Da anni ormai tengo traccia dei libri letti nella mia libreria su Anobii che, fra alti e bassi, reputo ancora il migliore fra i siti che offrono questo servizio.

Visto che questo lavoro di catalogazione prevede anche l’assegnazione di un voto che va da 1 a 5 stelline, ho raccolto questi dati e stilato la classifica dei libri che nell’anno appena trascorso si sono guadagnati il punteggio massimo e, siccome di questi libri ho già parlato nei post loro dedicati, proporrò qui una sola citazione in rappresentanza di tutta l’opera:

Classifica libri 2013 – il podio

  1. In terza posizione troviamo l’ultimo letto del 2013, ovvero:

    Classifica libri 2013 - Medaglia di bronzoLa porta dell’infinito di Frederik Pohl

    Alla fine del corso dovevamo essere esperti nella guida della nave, nelle tecniche di sopravvivenza e nella valutazione degli oggetti trovati. Be’, io non lo ero.

  2. Come secondo c’è l’immenso avventuroso:

    Classifica libri 2013 - Medaglia d'argentoMoby Dick di Herman Melville

    Ma di pietà non ve ne fu. Malgrado tutti i suoi anni, malgrado il suo unico braccio e i suoi occhi ciechi, il pesce doveva morire di quella morte, ed essere assassinato per illuminare le gaie nozze e gli altri divertimenti degli uomini, e anche per fare luce nelle chiese solenni che predicano la mansuetudine incondizionata di tutti verso tutti.

  3. Medaglia d’oro 2013 ma sicuramente da top ten globale mondiale per il libro che, vuole il fato, è stato anche il primo dell’anno:

    Classifica libri 2013 - Medaglia d'oroI miserabili di Victor Hugo

    Risolvete i due problemi, incoraggiate il ricco e proteggete il povero, sopprimete la miseria, ponete fine allo sfruttamento ingiusto del debole da parte del forte, mettete un freno all’iniqua gelosia di colui ch’è in cammino contro chi è arrivato, proporzionate matematicamente e fraternamente il salario al lavoro, unite l’insegnamento gratuito ed obbligatorio alla crescita dell’infanzia e fate della scienza la base della virilità, sviluppate le intelligenze, mentre fate lavorare le braccia, siate ad un tempo un popolo potente e una famiglia d’uomini felici, rendete democratica la proprietà, non abolendola, ma rendendola universale, in modo che ogni cittadino, nessuno eccettuato, sia proprietario, cosa più facile che non si creda; in due parole, sappiate produrre e ripartire la ricchezza e avrete così insieme la grandezza materiale e quella morale e sarete degni di chiamarvi la Francia.

Che ne pensate? Li avete letti? Avete anche voi una personale classifica dei libri letti durante l’anno oppure volete farmi passare per uno psicotico esaltato con manie ossessive?
Nel secondo caso vi ricordo che è consigliabile darmi sempre ragione.

Unisciti alla discussione

5 commenti

  1. I miserabili… sono nella mia lista futura.
    Prendo come suggerimento la medaglia di bronzo da cercare magari in bib.
    E per quanto rifuarda Moby Dick… che dire, non l’ho letto… ma non mancherà certamente tra quelli che tengo presenti prossimamente.
    Se devo essere sincero, non ho molto da scegliere “letto quasi niente” per il 2013… perciò sarebbe quasi ridicolo fare un podio, ma verifico ugualmente 😉

      1. si, ma adesso sono impegolato con l’urlo e il furore, e non è la prima volta che provo a capirlo/finirlo, perciò magari prima finisco questo, poi dovrò trovarmi una copia dei miserabili 😀

        1. Terzo posto per una raccolta:
          Ombre sulla luna-Terra imperiale-La città e le stelle
          di A. Clarke

          Secondo posto per:
          Misery di S. King

          e medaglia d’oro per l’anno 2013:
          Ubik di P. Dick

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.