La Sacra Bibbia, DeuteronomioIl Deuteronomio è il quinto libro dell’Antico Testamento, e va a chiudere il Pentateuco. È composto da trentaquattro capitoli e, come il libro dei Numeri, narra la storia degli ebrei durante il loro soggiorno nel deserto del Sinai; è particolarmente interessante per l’introduzione di una serie di leggi di varia natura: sociale e religiose (anche qui abbiamo a che fare con racconti scritti fino a 600 anni dopo i fatti narrati).
Se è vero che nel post sul libro dei Numeri (dove mostro la versione della Bibbia da me utilizzata) sono sembrato un po’ serioso, qui girerò la manopola dello humour. Comunque, se credi che la cosa possa infastidirti clicca qui senza pensarci due volte, tuttavia io prometto toni più leggeri e una strizzatina d’occhio al lato più divertente di tutta la faccenda.
Lapidazioni escluse.

I dieci comandamenti

Prima di essere un film con Charlton Heston, i dieci comandamenti sono conosciuti come le leggi dettate a Mosè da Dio sul monte Sinai, e incise da Mosè sulle tavole della legge, successivamente custodite nell’Arca dell’Alleanza. Secondo il catechismo della chiesa cattolica, questi sono i dieci comandamenti:

  1. Non avrai altro Dio fuori di me.
  2. Non nominare il nome di Dio invano.
  3. Ricordati di santificare le feste.
  4. Onora il padre e la madre.
  5. Non uccidere.
  1. Non commettere atti impuri.
  2. Non rubare.
  3. Non dire falsa testimonianza.
  4. Non desiderare la donna d’altri.
  5. Non desiderare la roba d’altri.

Vediamo invece che cosa riporta la Sacra Bibbia. La storia dei dieci comandamenti viene narrata sia nel libro dell’Esodo che nel Deuteronomio; hanno alcune piccole differenze, ma le due versioni sono sostanzialmente identiche.
In questa sede stiamo analizzando il Deuteronomio, quindi vediamo la versione di quest’ultimo:

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 6, 6-21

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 6, 6-14: I dieci comandamentiLa Sacra Bibbia, Deuteronomio 6, 14-21: I dieci comandamenti

 

  1. «Io sono il Signore, Iddio tuo, che ti ho tratto dall’Egitto, dalla casa di schiavitù»
  2. «Non avere altri dei nel mio cospetto. Non ti fare nessuna scultura, né alcuna immagine delle cose che sono lassù nel cielo, o quaggiù in terra, o nell’acqua sotto la terra. Non adorare quelle creature e non servir loro, perché io, Il Signore, Iddio Tuo, sono un Dio geloso, che punisco l’iniquitàdei padri nei figli, sino alla terza e quarta generazione di coloro che mi odiano; ma che uso misericordia fino alla millesima generazione verso quelli che mi amano e osserveranno i miei Comandamenti».
  3. «Non pronunziare il nome del Signore, Iddio tuo, invano, perché il Signore no riterrà senza colpa chi avrà proferito il suo nome senza ragione».
  4. «Osserva il giorno del riposo sacrificandolo, come il Signore, Iddio tuo, ti ha comandato. Lavora sei giorni, e attendi in quelli ad ogni opera; ma il settimo giorno è riposo, sacro al Signore, Iddio tuo; non fare nessun lavoro, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo schiavo, né la tua schiava, né il tuo bove, né il tuo asino, né alcuna delle tue bestie, né il forestiero che è in casa tua, affinché il tuo schiavo e la tua schiava possano riposarsi al pari di te. Ricordati che tusei stato schiavo in Egitto e che il Signore, Iddio tuo, ti ha tratto di là con mano potente e con bracci odisteso; perciò il Signore, Iddio tuo, ti comanda d’osservare il giorno del riposo».
  5. «Onora tuo padre e tua madre, come il Signore, Iddio tuo, ti ha comandato, affinché tu abbia lunga vita e prosperità nella terra, che il Signore Iddio tuo ti dona».
  6. «Non uccidere».
  7. «Non commettere adulterio».
  8. «Non rubare».
  9. «Non dire falsa testimonianza contro il tuo prossimo».
  10. «Non desiderare la moglie del tuo prossimo e non bramare né la casa, né il campo, né lo schiavo, né la schiava, né il bove, né l’asino, né cosa alcuna che sia del tuo prossimo».

I più attenti avranno notato che i cattolici hanno un po’ rimescolato le carte: il giorno del riposo della Bibbia è diventato un generico feste (ma questa è una modifica minore), il decimo comandamento della Bibbia è stato smembrato in due separati, il chiarissimo Non commettere adulterio della Bibbia è diventato un vago Non commettere atti impuri, ed è completamente scomparso tutto il pistolotto biblico sul non adorare sculture o immagini (idolatria).
I cattolici hanno legalizzato l’idolatria e reso peccato la masturbazione!
Certo che la gente è proprio messa male…

L’idolatria

L’idolatria è l’adorazione delle rappresentazioni delle divinità che, se ci pensiamo un attimo, è davvero una cosa idiota anche per un credente. Però, in effetti, di statue di madonne, santi, papi, beati, angeli, crocifissi ecc. ce ne sono in abbondanza. Vuoi vedere che il dio di Abramo, d’Isacco e di Giacobbe è un tipo che alla fine non se la prende? Del tipo «ehi ragazzi, li ho chiamati comandamenti perché faceva figo, ma sono per lo più linee guida, l’importante è usare il buon senso!». O no?

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 4, 15-16

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 4, 15-16«Ma quel giorno in cui il Signore vi parlò sull’Oreb, di mezzo al fuoco, voi non vedeste nessuna immagine. Fate dunque ben attenzione per le vostre vite, affinché voi non vi lasciate andare a scolpirvi nessun idolo di nessuna forma: né figura di uomo o di donna;

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 16, 22

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 16, 22Non costruire nessuna statua: è cosa che il Signore, Iddio tuo, detesta».

No, sembra proprio che al dio degli ebrei non piaccia l’idolatria, nonostante i cristiani l’abbiano legalizzata. No, non gli piace proprio per niente!
Ma allora perché i cristiani non temono l’ira di Dio? Non crederanno mica alla storia del dio misericordioso, mansueto… insomma del buon pastore?

Il buon pastore, ovvero: il dio mansueto

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 2, 15-17

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 2, 15-17La mano del Signore fu contro di loro per sterminarli dal campo, finché fossero del tutto scomparsi». «E quando tutti quegli uomini furono spariti di mezzo al popolo con la morte, il Signore mi parlò dicendo:

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 2, 20-21

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 2, 20-21(Anche questo paese era reputato terra dei Refaim; infatti prima vi abitavano i Refaim, che gli Ammoniti chiamavano Zamzummim, popolo potente, numeroso, di gigantesca statura, come gli Anachiti. Il Signore li sterminò per mezzo degli Ammoniti, che li cacciarono e ne presero il posto.

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 3, 18-20

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 3, 18-20«E in quel tempo io così ordinai: il Signore Iddio vostro vi ha dato questo paese perché lo possediate. Ma voi, quanti siete atti alla guerra, tutti prenderete le armi e marcerete in testa ai figli d’Israele, vostri fratelli. Solo le vostre mogli, i vostri bambini e il vostro bestiame (so che del bestiame n’avete molto) rimangano nelle città, che io vi ho dato, finché il Signore abbia dato stabile dimora ai vostri fratelli, come a voi, e abbiano anch’essi preso possesso del paese che il Signore Iddio vostro dà loro al di là del Giordano. Allora ciascuno tornerà nel possesso che io vi ho dato.

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 3, 22

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 3, 22Non abbiate timore di loro, perché il Signore, Iddio vostro, è colui che combatte per noi».

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 4, 34

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 4, 34Ci fu mai un dio che sia venuto a prendersi un popolo di mezzo ad un altro mediante prove, segni, portenti e battaglie, sostenute con mano forte e con braccio disteso e con grandi terrori, come tutte le cose che fece per voi il Signore, Iddio vostro, in Egitto, sotto i vostri occhi?

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 7, 16

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 7, 16«Distruggi dunque tutti i popoli che il Signore, Iddio tuo, mette in tua balia, non s’impietosisca l’occhio tuo su di loro, né servire ai loro dei, perché ciò sarebbe un laccio per te».

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 7, 21-24

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 7, 21-24«Non temere dunque per causa loro, perché il Signore, Iddio tuo, Dio grande e tremendo, è in mezzo a te. E il Signore, Iddio tuo, caccerà a poco a poco questi popoli dinanzi a te; tu non li potrai distrugere a un tratto, altrimenti si potrebbero moltiplicare a tuo danno le bestie feroci della campagna; ma il Signore, Iddio tuo, li darà in tuo potere, mettendoli in grande scompiglio, finché non siano sterminati. Egli ti darà nelle mani i loro re, e tu farai perire i loro nomi di sotto al cielo: nessuno potrà starti a fronte, finché tu non li abbia distrutti».

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 9, 3

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 9, 3Sappi dunque oggi che il Signore Iddio tuo è colui che marcia dinnanzi a te, come un fuoco divoratore, che li abbatterà: è lui che li annienterà davanti a te; e tu sii sollecito a cacciarli dai loro possessi

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 13, 16-17

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 13, 16-17metti senz’altro a fil di spada gli abitanti di quella città, volta la città stessa alla distruzione, con tutto quello che contiene, compreso il bestiame. Fatto questo, raduna tutte le spoglie in mezzo alla pubblica piazza, poi appicca il fuoco alla città con tutte le sue spoglie, sì che bruci completamente per il Signore Iddio tuo, e diventi un cumulo di rovine in perpetuo, né venga più riedificata.

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 19, 1

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 19, 1Quando il Signore, Iddio tuo, avrà sterminato le nazioni, di cui egli sta per darti il paese, e tu le avrai spodestate e abiterai nelle loro città e nelle loro case

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 20, 16-17

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 20, 16-17Però nelle città di questi popoli, che il Signore, Idido tuo, ti dà in possesso, non ci lascerai anima viva; ma voterai alla distruzione questi Etei, questi Amorrei, questi Cananei, questi Ferezei, questi Evei e questi Gebusei, come il Signore, Iddio tuo, ti ha comandato

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 33, 27

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 33, 27Tuo rifugio è il Dio dei tempi antichi e tuo sostegno son le sue braccia eterne. È lui che caccia dinnanzi a te il nemico, e insieme ti grida: Distruggi!

Il buon pastore? Occhio che il pastore, alla fine, la pecora se la mangia.
Ma non pensiamo si tratti di un dio guerrafondaio, uno spietato conquistatore senza pietà, criterio e leggi. Le leggi le ha! Se i dieci comandamenti erano solo una specie di Manuale delle Giovani Marmotte per dare un codice di comportamento agli ebrei durante il viaggio nel deserto, alle porte della terra promessa Mosè enuncia una serie di leggi (conosciute come la Seconda Legge) più adatte a regolamentare la vita sociale di un popolo stanziale.

La Seconda Legge: il sesso

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 22, 20-25

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 22, 20-25«Ma se l’accusa è vera e non siano stati trovati a quella giovane i segni della verginità, facciano uscire quella giovane fuori della porta della casa di suo padre, e sia lapidata da tutta la gente della sua città, finché muoia, perché ha commesso un atto in fame in Israele, avendo commesso un atto di fornicazione in casa di suo padre. Togli così il male di mezzo a te».
«Se un uomo sarà sorpreso in flagrante a giacere con una donna maritata, siano ambedue messi a morte, tanto l’uomo che si sarà giaciuto con la donna, quanto la donna. Togli così il male di mezzo a Israele».
«Se una fanciulla vergine è fidanzata, e un uomo trovandola nella città, si sarà giaciuto con lei, siano condotti ambedue fuori della porta della città e siano lapidati, finché muoiano: la fanciulla, perché, pur trovandosi in città, non ha gridato, e l’uomo, perché ha violato la donna del suo prossimo. Togli così il male di mezzo a te. Invece se un uomo trova una giovane fidanzata per i campi, e facendole violenza, si giace con lei, muoia soltanto l’uomo che si è giaciuto con quella;

La Seconda Legge: il cibo

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 14, 3-21

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 14, 3-8La Sacra Bibbia, Deuteronomio 14, 8-21

«Non mangiar cosa abominevole. Questi sono gli animali che voi potete mangiare: il bove, la pecora, la capra, il cervo, la gazzella, il capriolo, il daino, l’antilope, il bufalo e il camoscio. Potete mangiare ogni animale che ha l’unghia fessa, il piede forcuto, e che rumina. Tuttavia fra gli animali che ruminano solamente, e fra quelli che hanno soltanto l’unghia fessa e il piede forcuto, non mangiate il cammello, la lepre e l’irace: essi ruminano, ma non hanno l’unghia fessa; siano per voi impuri; come pure il porco, che ha l’unghia fessa e non rumina, sia per voi impuro. Non mangiate la carne di questi animali e non toccate i loro corpi morti»
«Fra tutti gli animali che vivono nell’acqua, potrete mangiare quelli che hanno pinne e squame; ma non mangiate nessuno di quelli che non le hanno: siano per voi impuri. Potrete mangiare ogni uccello puro. Ma non potrete mangiare i seguenti: l’aquila, l’ossifraga, l’avvoltoio; il nibbio e ogni specie di falchi; ogni specie di corvi; lo struzzo, il barbagianni, il gabbiano e ogni specie di sparvieri; il gufo, lo strige, l’ibis; il pellicano, la folaga, lo smergo; la cicogna e ogni specie di aironi, l’upupa e il pipistrello. Considerate come impuro qualsiasi insetto alato, non se ne mangi. Potete invece mangiare ogni volatile puro».
«Non mangiate nessuna bestia morta da sé; la darai da mangiare al forestiero che sarà dentro le tue città, oppure la potrai vendere ad un estraneo, poiché tu sei un popolo consacrato al Signore, Iddio tuo. Non cuocere il capretto nel latte di sua madre».

Tralasciando l’ultimo paragrafo, in cui viene fatto abominio delle regole base dell’ospitalità, mi chiedo a chi (oltre Ozzy Osbourne) possa venire in mente di mangiare un pipistrello. Non si capisce se la balena sia ammessa (la e di pinne e squame è inclusiva o esclusiva?), mentre l’irace, l’ossifraga, lo strige, la folaga e lo smergo non so nemmeno che animali siano.
Per una cottura migliore mantenere uniforme la temperatura.

La Seconda Legge: libertà di culto

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 13, 7-11

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 13, 7-11«Se il tuo fratello, figlio di tuo padre, o il figlio di tua madre, o il figlio, o la figlia, o la moglie che riposa sul tuo seno, o l’amico che ti è come l’anima tua, t’incitasse in segreto, dicendo: Andiamo, serviamo a dei stranieri, che non avete conosciuto né tu, né i tuoi padri, sia che si tratti delle divinità dei popoli intorno a te, tuoi vicini, oppure di quelle dei popoli lontani da un capo all’altro della terra, tu non acconsentire, non gli dare ascolto: il tuo occhio non abbia pietà per lui, non lo risparmiare, non lo tener nascosto. tu lo devi uccidere senz’altro: la tua mano sia la prima a levarsi sopra di lui, per metterlo a morte, poi continuerà l’esecuzione la mano di tutto il popolo. Lo devi lapidare, finché muoia, perché ha cercato di trascinarti lungi dal Signore Iddio tuo, che ti trasse dall’Egitto, casa di schiavitù.»

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 17, 4-5

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 17, 4-5se questo ti verrà riferito e tu verrai a saperlo, informatene bene. Se poi risulta vero ed è certo che questa cosa abominevole è stata commessa in Israele, conduci alle porte della città quell’uomo o quella donna, che avrà commesso quest’atto abominevole e siano uccisi a colpi di pietra»

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 17, 12

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 17, 12E se qualcuno oserà agire con presunzione, non obbedendo né al sacerdote, che è posto là per servire il Signore, Iddio tuo, né al Giudice, quest’uomo sia ucciso, e si tolga quel male da Israele.

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 18, 20

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 18, 20E il profeta che osasse dire in mio nome cosa, che Io non gli ho comandato di dire, e parlasse in nome di altri dei, quel profeta deve morire»

La Seconda Legge: non ci sono più i giovani di una volta

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 21, 18-21

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 21, 18-21«Se uno ha un figlio caparbio e ribelle, che non obbedisce alla voce di suo padre, né alla voce di sua madre, e per quanto l’abbiano castigato, non dà loro ascolto, suo padre e sua madre lo prendano e lo conducano dagli anziani della città: Questo nostro figlio è caparbio e ribelle, non vuole obbedire alla nostra voce, è un prodigo e un bevitore. Sia lapidato da tutti gli uomini della città, sicché muoia. Togli così il suo male di mezzo a te, e tutto Israele venendo a saperlo, sarà preso da timore».

La Seconda Legge: pesci d’aprile

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 24, 7

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 24, 7«Se viene scoperto che uno abbia rapito un uomo di mezzo ai suoi fratelli, figli d’Israele, lo tratti da schiavo e lo venda, quel rapitore deve morire: togli così il male di mezzo a te».

La Seconda legge: La legge del taglione

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 19, 21

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 19, 21«Il tuo occhio non si muova a compassione: vita per vita, occhio per occhio, dente per dente, mano per mano, piede per piede».

La Seconda Legge: a ognuno la propria morte

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 24, 16

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 24, 16«Non si facciano morire i padri per colpa dei figli, né si mettano a morte i figli per causa dei padri; ciascuno sia fatto morire per il proprio peccato».

Quella che ho riportato è solo una piccola parte della Seconda Legge, molto incompleta ma anche molto divertente… se solo non fosse per il vizio di risolvere tutto a colpi di lapidazione!
Ma via, mettiamoci una pietra sopra.

L’arca dell’alleanza

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 10, 3-5

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 10, 3-5Io feci allora un’Arca di legno d’acacia, e tagliai due tavole di pietra come le prime, poi salii sul monte, tenendo in mano quelle due tavole. Il Signore scrisse di nuovo su quelle tavole quanto era scritto sulle prime, cioè i dieci Comandamenti che il Signore aveva pronunziato sul monte, di mezzo al fuoco, il giorno dell’assemblea. Poi il Signore me le consegnò. Allora io me ne ritornai, scesi dal monte, misi le tavole nell’Arca, che avevo fatta, e vi sono tuttora, come il Signore m’aveva comandato».

Per inciso, questa è proprio la mitica Arca de I predatori dell’arca perduta. Qua non si scherza! Riviviamo per un solo istante una grande scena:

Eaton– E che forma ha quest’Arca?
Indiana Jones– Sì… ne ho un disegno proprio… proprio qui. Ecco qua.
Eaton– Oh, Signore!
Marcus– Sì, è esattamente questo che esclamarono gli ebrei.
Musgrove– Ah, ma… ma che cosa sarebbe questa roba che esce di qui?
Indiana Jones– Folgori, fuoco, la potenza di Dio… vallo a sapere.

Onniscienza

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 8, 2

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 8, 2Ricordati di tutto il cammino che il Signore, Iddio tuo, t’ha fatto compiere in questi quarant’anni, nel deserto, per umiliarti e metterti alla prova, per conoscer quello che avevi in cuore, se osserveresti o no suoi Comandamenti.

L’onniscienza è la conoscenza totale e illimitata. Se al dio di Mosè servono quarant’anni per capire che cos’ha in mente il popolo d’Israele, vi è da dedurre che non sia un dio onnisciente.
C’è scritto nella Bibbia: questa è scienza! Quant’è vero che il mondo ha seimila anni!

Contraddizioni

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 15, 4

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 15, 4In verità non ci dovrebbe essere nessun bisognoso in mezzo a te, poiché il Signore ti benedirà largamente nel paese, che il Signore, Iddio tuo, ti dà in retaggio a possedere

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 15, 11

La Sacra Bibbia, Deuteronomio 15, 11I bisognosi purtroppo non mancheranno mai nel paese, perciò io ti do questo comandamento

Non sarà onnisciente, ma nessuno può dire che si fossilizzi su un’idea fissa!

Bene, se davvero siete riusciti a leggere tutto, lasciate che vi ringrazi per la vostra attenzione. Io vi do appuntamento al più presto con un post che difficilmente potrà essere divertente come questo, ma in ogni caso voi per favore dite che lo è. Grazie mille, e che Dio vi benedica!

Unisciti alla discussione

58 commenti

  1. sono daccordo con il sig. franco isman …neanch io ho capito cosa lei voglia dire ..e non ho neanche letto cio che lei ha scritto …magari c e da sfotterci pure delle sue cose ; la sua spiegazione della bibbia o per meglio la presa in giro , e a senso unico, non aveva un interlocutore esperto da poter controbbattere , lei ha preso il vecchio testamento ma le ricordo che c e anche il nuovo ( forse magari l avra dimenticato ) , che ribalta tutto ( le ricodo anche l impero romano che a fatto le sue stragi senza essere ebrei ) come il mondo si e rinnovato lo ha fatto anche dio sta a pari passo .mi adeguo al suo ironismo : ….. DIO MIO CHE COSA SEI DUNQUE …..tu il piu`segreto e il piu`presente il piu bello e il piu forte , immobile e inafferabile ,immutabile e tutto muti nuovo e mai vecchio …..tu sei sempre in atto e sempre inquiete senza bisogno accumini sostieni riempi e proteggi ….tu cercatore che di nulla manca ami e non ti scomponi sei geloso e impertubbabile ti penti e non provi rimorso ti infuri e resti in pace muti le opere ma mai l idea , accogli cio che trovi senza averlo mi perduto ignori l miseria e godi dei guadagni ignori l avarizi e pretendi ad usura …….tu paghi i debiti senza dover nulla …che cosa abbiamo detto che cosa mai puo`dire chi parla di te eppure guai a chi di te non parla perche parla ed e muto ….non so` se lei sa` a chi appartengono cio`che ho scritto …gli e lo lascio scoprire… ( facciamo una ricerca al tesoro 😉 )

    1. Rispondo velocemente, magari quando avrò un po’ più tempo replicherò come si deve, ma questo…

      > neanch io ho capito cosa lei voglia dire ..e
      > non ho neanche letto cio che lei ha scritto

      … che dire… stavolta non è colpa mia!

      1. Rieccomi per una risposta più articolata. Riprendo punto per punto le sue affermazioni:

        > neanch io ho capito cosa lei voglia dire ..e non ho neanche letto cio
        > che lei ha scritto

        Partiamo da qua: diciamo che, per chi fosse interessato a capire che cosa ho scritto, è caldamente consigliato LEGGERE ATTENTAMENTE TUTTO L’ARTICOLO.

        > la sua spiegazione della bibbia

        Io non ho dato nessuna spiegazione, ho fatto una semplice analisi. Immagino che non serva dilungarsi sulla differenza fra i due concetti…

        > e a senso unico, non aveva un interlocutore esperto da
        > poter controbbattere

        In realtà lo spazio per la discussione è questo. Se invece intende dire che all’interno del MIO articolo nel MIO blog avrei dovuto dare spazio a qualcuno che la pensa in modo opposto al mio, magari GRATIS… boh, se riesce ad argomentare fino a convincermi del fatto che dovrei… magari posso farlo.

        > lei ha preso il vecchio testamento ma le ricordo che c e anche il
        > nuovo ( forse magari l avra dimenticato ) , che ribalta tutto

        Ah ribalta tutto? Quindi mi sta dicendo che nell’Antico Testamento Dio era soggetto a errori? Che, quindi, non è infallibile?

        > ( le ricodo anche l impero romano che a fatto le sue stragi senza
        > essere ebrei )

        Quello che hanno fatto i romani che cosa c’entra?! Probabilmente mettevano in croce chi scriveva “ha” senza “h” (e facevano bene!)

        > come il mondo si e rinnovato lo ha fatto anche dio sta a pari passo

        Quindi conferma un’altra volta che all’inizio Dio non era perfetto? Ha avuto bisogno di rinnovarsi? Molto, molto interessante!

        > .mi adeguo al suo ironismo

        Il mio IRONISMO?

        > facciamo una ricerca al tesoro 😉 )

        E vabbè, con Google che gusto c’è?

        1. s la cosa ti fa stare bene ridi pure, ma mi permetto di dirti una cosa……chi ostenta il tuo atteggiamento crede di essere piu’ intelligente di Dio, piu’ bravo piu’ capace di far le cose meglio di Dio, t ridi delle sacre scritture male tue risa non sono di gioia, di pace, di amore , di felicita’ ma nascondono una solitudine interiore che non lascia vivere , senza Dio non c’e’ vita

          tutto quello che è scritto nella Sua parola è verità. Gli uomini possono combattere la parola di Dio e possono anche cercare di farla apparire assurda e ridicola; ma noi dobbiamo rimanere saldi nella convinzione che tutto quello che è contenuto nella Bibbia è verità

          1. > le tue risa non sono di gioia, di pace, di amore , di felicita’
            > ma nascondono una solitudine interiore che non lascia vivere

            Ti assicuro che la solitudine è l’unica cosa che mi manca davvero 😀

            > tutto quello che è scritto nella Sua parola è verità

            E chi dice niente? Guarda che le storie di stermini, punizioni e barbarie varie mica ce le ho scritte io nella Bibbia!

            > tutto quello che è contenuto nella Bibbia è verità

            Certo: l’ha scritta Dio!

          2. > tutto quello che è contenuto nella Bibbia è verità

            Eh, ma allora intendiamoci, che è ‘sta Bibbia? L’Antico Testamento? Il Nuovo? O forseforse entrambi presi collettivamente? Troppo comodo dire che il Nuovo “cambia tutto” senza fornire spiegazioni.
            Mavabbé, ‘na cosa veloce che sto andando a letto. Tornerò 😀

            Ryo, hai tutta la mia solidarietà: pure quando gli schiaffi in faccia i passi del libro scritto dal dio che venerano devono “attrezzarsi” perché tu “decontestualizzi”. Attrezzatevi: diversamente da molti cattolici, noi atei la Bibbia l’abbiamo letta per bene. E’ uno dei motivi per cui siamo atei.
            Ma soprattutto: LEGGETE TUTTO L’ARTICOLO. Metà dei commenti rivela che c’avete l’occhio pigro. Mh, in effetti forse è per quello che non avete letto la Bibbia.

          3. E un’altra, che non me la tengo. Sì, se Dio è lo stesso fanatico privo di senso morale che istigava il suo popolo eletto al genocidio io sono migliore. Di gran lunga.

          4. Caro fratello…son forse venuta in casa tua a muoverti guerra?? Ti ho forse lesa con il mio amore per te… Ti ricordo fratello, che Gesù Cristo ha fatto nuove tutte le cose…che Gesù Cristo è la Pace… “E Colui che sedeva sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»; e soggiunse: «Scrivi, perché queste parole sono certe e veraci.” Apocalisse 21 e ancora… Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri.

            Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri». Giovanni 13,34-35. Concludo questa conversazione con tutto quello che per grazia si schiude nel mio misero cuore… Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore (Giovanni 4:8) Shalom …fratello

          5. Questo vuol solo dire che Dio si sbagliava e ha voluto rimediare (ergo non è infallibile) o che c’è stato un cambio nel CDA del creato.
            E in ogni caso sì, i cristiani mi fanno la guerra eccome: cercando di dettare allo Stato cosa dovrei fare io della mia vita, o se la mia ragazza possa abortire oppure no… questa istituzione basata sulla fede gode di privilegi al di là di ogni merito o ragione. Prende i miei soldi col meccanismo truffaldino dell’8×1000, scippa denaro alle scuole pubbliche, non paga le tasse… cos’è questo se non un sopruso?

          6. Per quanto poi apprezzi il tuo messaggio di pace e fratellanza, eh. Ma no, non credo nel tuo Dio e penso che non ci siano buoni motivi per crederci. Anche perché ho letto la Bibbia, tutta, mica solo i Vangeli, e non mi convince per nulla.

          7. Gesù è Misericordia Anch’io ho riportato quanto dice Gesù nella Bibbia…e non penso ci sia tanta libertà di interpretazione….nell’ascoltare “Amatevi gli uni gli altri”…Per questo ti amo fratello e mai ti muoverei guerra…Guerra al peccato e mai all’uomo che pure pecca e non riconosce la Verità, ma solo pace e preghiera per quegli occhi che non si schiudono alla vera luce!! In qualunque caso..lascia che ti dica che.ogni creatura è dono di Dio…sia che essa ti indichi la Via maestra..sia che essa sia smarrita nelle tenebre! Nel primo caso… ringrazio Dio per la meraviglia che il Santo Spirito opera nelle misere creature… nel secondo caso…ringrazio Dio per aver tratto me,la più misera, dalle tenebre…e avere ascoltato il mio grido d’aiuto!! In entrambi i casi… ho colto l’occasione di rendere la mia lode al Signore…e di dare testimonianza al Suo Santo Nome!! Vedi…anche tu sei stato per me …motivo di testimonianza e dunque di gioia dentro il cuore!! Affido la mia anima e la tua al Buon Dio…perchè abbia pietà e cura di entrambe…e accolga teneramente i nostri buoni intenti!! Sia sempre Benedetto il nome del Signore!!!!!!

          8. ma no dai, questo scherza. Non può essere il commento di una persona che ci crede realmente…è assurdo. Oh mamma 🙁

          9. Per quanto poi apprezzi il tuo messaggio di pace e fratellanza, eh. Ma no, non credo nel tuo Dio e penso che non ci siano buoni motivi per crederci. Anche perché ho letto la Bibbia, tutta, mica solo i Vangeli, e non mi convince per nulla.

          10. Questo vuol solo dire che Dio si sbagliava e ha voluto rimediare (ergo non è infallibile) o che c’è stato un cambio nel CDA del creato.
            E in ogni caso sì, i cristiani mi fanno la guerra eccome: cercando di dettare allo Stato cosa dovrei fare io della mia vita, o se la mia ragazza possa abortire oppure no… questa istituzione basata sulla fede gode di privilegi al di là di ogni merito o ragione. Prende i miei soldi col meccanismo truffaldino dell’8×1000, scippa denaro alle scuole pubbliche, non paga le tasse… cos’è questo se non un sopruso?

          11. Vedi, pecorella smarrita, chi crede in Dio lo ama all’infinito, non ha bisogno di leggere, è alla base di chi crede davvero. Tutti insieme preghiamo per te.

          12. Allora è verità anche il massacro, ad opera di dio, di tutti quei popoli menzionati nella bibbia? Così puoi ridere di gioia, felicità, pace e amore?

        2. esattamente il nuovo testamento supera il vecchio perche’ la bibbia non e’ un elenco di leggi ma la storia del rapporto tra Dio e un popolo specifico all’inizio e nella storia poi del rapporto tra Cristo e i prescelti. Quindi la lapidazione viene superata da Cristo quando non punisce l’adultera. Grazie per aver scritto quest’articolo.

        3. aggiungo il mondo è un ‘work in progress’ secondo il Cristianesimo. Dio ha cambiato nel tempo il suo approccio con l’uomo dopo i vari fallimenti. Il nuovo testamento esprime questo nuovo patto. Si un rinnovamento. Questo sempre secondo la Chiesa.

  2. PROPONGO DI ANDARE A STUDIARE BENE I DIECI COMANDAMENTI,PERCHè NON TUTTI SANNO CHE NEI SECOLI 2 COMANDAMENTI SONO STATI SOSTITUITI SPECIALMENTE IL 2 COMANDAMENTO CHE è MOLTO FONDAMENTALE PER UN CREDENTE CHE CERCA LA VERITà.

    1. Ciao Margaret, veramente il primo pezzo dell’articolo parla proprio di questo… come dicevo in un altro commento, se si vuole capire che cosa ho scritto, suggerisco di leggere fino in fondo!

      1. ho riletto tutto l’articolo non riesco a capire bene…….se è una sua interpretazione personale o altro……ancora per capire tutto questo mi dovrei attrezzare. Se è una presa in giro e io non ci sono arrivata

  3. Io ho letto tutto il post e mi è piaciuto. Non capisco però che cosa c’entrano le prese in giro. E’ una bella lezione di Bibbia applicata e comparata. Mi ha consigliato questo post il monsignor Membro e consiglio a tutti di leggero e girarlo a chi è interessato all’argomento.

  4. Andrea tutti siamo invitati a convertirci e a credere nel Vangelo ogni giorno…..Amen.

    VANGELO di oggi Giovedì 23 Maggio 2013

    Mc 9, 30-37

    Dal Vangelo secondo Marco

    In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli attraversavano la Galilea, ma egli non voleva che alcuno lo sapesse. Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: «Il Figlio dell’uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà». Essi però non capivano queste parole e avevano timore di interrogarlo.

    Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti».

    E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato».

    Venti, sessanta, cento anni…la vita. Ma a che serve se sbagliamo direzione? Ciò che importa è incontrare Cristo, vivere come lui, annunciare il suo amore che salva, portare la speranza. E non dimenticare che tutti, ciascuno al proprio posto, anche pagando di persona, siamo costruttori di un mondo nuovo…”( Padre Pino Puglisi)

  5. I dieci comandamenti si trovano in Esodo 20. Per tutto il resto, comprendo l’ateismo ma l’autore poteva documentarsi di più: Prende diversi versetti che vanno da esodo, levitico, numeri e deuteronomio. Separati dal contesto, non si possono comprendere. Se ci si vuole informare, ci sono siti diversi.-

    1. Ciao Carlo, COME HO SCRITTO NELL’ARTICOLO che stai commentando (probabilmente senza averlo letto, altrimenti lo avresti visto) “La storia dei dieci comandamenti viene narrata sia nel libro dell’Esodo che nel Deuteronomio; hanno alcune piccole differenze, ma le due versioni sono sostanzialmente identiche.”.
      Tutti i brani che ho riportato sono accompagnati dalla fonte in maniera davvero precisa, ma forse ti hanno fatto uno scherzo e hanno cambiato l’ordine delle pagine della tua Bibbia? 🙂

    2. Visto che cerchi i cavilli, dimmi: qual è l’ordino preciso e cronologico della creazione di Adamo, Eva e di tutti gli animali? Leggilo dalla tua bibbia e dammi una risposta univoca, che io non possa contestare.

  6. Non riderò di te fratello… ne di ciò che tu credi vero… ma per amor tuo,e dunque per Amore di Gesù Cristo…ti invito a non ridere della mia professione di fede…e della Chiesa che è Corpo di Cristo… La mia unica risposta è il mio “Credo”….. Ti invito a leggere le lettere di San Paolo ai Corinzi…agli Efesini…ai Colossesi… di cui citerò solo alcuni versetti in merito… “Paolo, chiamato a essere apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, e il fratello Sòstene, alla Chiesa di Dio che è a Corinto, a coloro che sono stati santificati in Cristo Gesù, santi per chiamata, insieme a tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome del Signore nostro Gesù Cristo, Signore nostro e loro: grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo!…Vi esorto pertanto, fratelli, per il nome del Signore nostro Gesù Cristo, a essere tutti unanimi nel parlare, perché non vi siano divisioni tra voi, ma siate in perfetta unione di pensiero e di sentire. 11Infatti a vostro riguardo, fratelli, mi è stato segnalato dai familiari di Cloe che tra voi vi sono discordie. 12Mi riferisco al fatto che ciascuno di voi dice: «Io sono di Paolo», «Io invece sono di Apollo», «Io invece di Cefa», «E io di Cristo».

    13È forse diviso il Cristo?… E ancora leggiamo nella lettera agli Efsini..”La chiesa è il corpo di Cristo.” Efesini 1:22-23 dice: “Ogni cosa egli ha posta sotto i suoi piedi e lo ha dato per capo supremo alla chiesa, che è il corpo di lui, il compimento di colui che porta a compimento ogni cosa in tutti”.(Prima Lettera ai Corinzi)

    Egli è anche il capo del corpo, cioè della Chiesa;
    il principio, il primogenito di coloro
    che risuscitano dai morti,
    per ottenere il primato su tutte le cose Colossesi 1:18

    Qui non c’è più Greco o Giudeo, circoncisione o incirconcisione, barbaro o Scita, schiavo o libero, ma Cristo è tutto in tutti Colossesi 3:11 Pace e bene fratello…

  7. per quanto se ne dica, questo libro contiene più il germe dell’intolleranza che quello dell’amore.E’ un libro primitivo,si lapidava frequentemente per tante cose e niente potra mai convincermi che( se esiste davvero) questo Dio, sia lo stesso del nuovo testamento. Il deuteronomio esige l’intolleranza ,sulla base di esso si sono commessi atti crudeli a causa di ideologie fondamentaliste.

  8. Non ho letto nè lo farò. So solo che mi ha reso immensamente triste il fatto che costui si reputi divertente. I simpatici mi stanno antipatici; i comici mi deprimono.

    1. E’ ovvio che il Cristianesimo nasce dall’esigenza di creare una mitologia meno elaborata e raffinata di quella latina e di mettere tutte le persone sullo stesso piano: barbari e latini.

  9. Non ho letto nè lo farò. So solo che mi ha reso immensamente triste il fatto che costui si reputi divertente. I simpatici mi stanno antipatici; i comici mi deprimono.

  10. Ironia a parte, la cosa che fa più specie è quanto poco si conosca la traduzione del testo sacro su cui si basa la religione cristiana.

  11. Non riderò di te fratello… ne di ciò che tu credi vero… ma per amor tuo,e dunque per Amore di Gesù Cristo…ti invito a non ridere della mia professione di fede…e della Chiesa che è Corpo di Cristo… La mia unica risposta è il mio “Credo”….. Ti invito a leggere le lettere di San Paolo ai Corinzi…agli Efesini…ai Colossesi… di cui citerò solo alcuni versetti in merito… “Paolo, chiamato a essere apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, e il fratello Sòstene, alla Chiesa di Dio che è a Corinto, a coloro che sono stati santificati in Cristo Gesù, santi per chiamata, insieme a tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome del Signore nostro Gesù Cristo, Signore nostro e loro: grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo!…Vi esorto pertanto, fratelli, per il nome del Signore nostro Gesù Cristo, a essere tutti unanimi nel parlare, perché non vi siano divisioni tra voi, ma siate in perfetta unione di pensiero e di sentire. 11Infatti a vostro riguardo, fratelli, mi è stato segnalato dai familiari di Cloe che tra voi vi sono discordie. 12Mi riferisco al fatto che ciascuno di voi dice: «Io sono di Paolo», «Io invece sono di Apollo», «Io invece di Cefa», «E io di Cristo».

    13È forse diviso il Cristo?… E ancora leggiamo nella lettera agli Efsini..”La chiesa è il corpo di Cristo.” Efesini 1:22-23 dice: “Ogni cosa egli ha posta sotto i suoi piedi e lo ha dato per capo supremo alla chiesa, che è il corpo di lui, il compimento di colui che porta a compimento ogni cosa in tutti”.(Prima Lettera ai Corinzi)

    Egli è anche il capo del corpo, cioè della Chiesa;

    il principio, il primogenito di coloro

    che risuscitano dai morti,

    per ottenere il primato su tutte le cose Colossesi 1:18

    Qui non c’è più Greco o Giudeo, circoncisione o incirconcisione, barbaro o Scita, schiavo o libero, ma Cristo è tutto in tutti Colossesi 3:11 Pace e bene fratello…

    1. «Distruggi dunque tutti i popoli che il Signore, Iddio tuo, mette in tua balia, non s’impietosisca l’occhio tuo su di loro, né servire ai loro dei, perché ciò sarebbe un laccio per te»
      (Deuteronomio 7, 16)

  12. Non riderò di te fratello… ne di ciò che tu credi vero… ma per amor tuo,e dunque per Amore di Gesù Cristo…ti invito a non ridere della mia professione di fede…e della Chiesa che è Corpo di Cristo… La mia unica risposta è il mio “Credo”….. Ti invito a leggere le lettere di San Paolo ai Corinzi…agli Efesini…ai Colossesi… di cui citerò solo alcuni versetti in merito… “Paolo, chiamato a essere apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, e il fratello Sòstene, alla Chiesa di Dio che è a Corinto, a coloro che sono stati santificati in Cristo Gesù, santi per chiamata, insieme a tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome del Signore nostro Gesù Cristo, Signore nostro e loro: grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo!…Vi esorto pertanto, fratelli, per il nome del Signore nostro Gesù Cristo, a essere tutti unanimi nel parlare, perché non vi siano divisioni tra voi, ma siate in perfetta unione di pensiero e di sentire. 11Infatti a vostro riguardo, fratelli, mi è stato segnalato dai familiari di Cloe che tra voi vi sono discordie. 12Mi riferisco al fatto che ciascuno di voi dice: «Io sono di Paolo», «Io invece sono di Apollo», «Io invece di Cefa», «E io di Cristo».

    13È forse diviso il Cristo?… E ancora leggiamo nella lettera agli Efsini..”La chiesa è il corpo di Cristo.” Efesini 1:22-23 dice: “Ogni cosa egli ha posta sotto i suoi piedi e lo ha dato per capo supremo alla chiesa, che è il corpo di lui, il compimento di colui che porta a compimento ogni cosa in tutti”.(Prima Lettera ai Corinzi)

    Egli è anche il capo del corpo, cioè della Chiesa;

    il principio, il primogenito di coloro

    che risuscitano dai morti,

    per ottenere il primato su tutte le cose Colossesi 1:18

    Qui non c’è più Greco o Giudeo, circoncisione o incirconcisione, barbaro o Scita, schiavo o libero, ma Cristo è tutto in tutti Colossesi 3:11 Pace e bene fratello…

  13. Gentile signor Ryo, si ravveda! La gioia di Gesù è un grappolo d’uva a pochi centimetri dalla sua mano: la allunghi e l’afferri e goda del dolce succo della felicità del Cristo! Nel suo odio per le Sacre Scritture intravvedo amore per il Creatore: si lasci andare, è a un passo dall’entrare nelle Sue Grazie, si lasci cadere nelle braccia di Nostro Signore! Anche Lei, signor Ryo, ha dilaniato il ventre di sua madre per venire al mondo, e l’ha fatto per volere dell’Onnipotente: rientri nel ventre ferito che l’ha partorito e ritrovi la Bellezza della Vergine Maria, signor Ryo, lo faccia! Perché altrimenti le toccherà perire bruciante fra le risate del demonio e la consapevolezza di avere buttato una vita scialba e triste, offendendo le volontà del Divino.

      1. ma questi fanno sul serio? pensavo scherzassero :O! Nemmeno mio zio che è monsignore in vaticano è così estremista! Almeno lui è del genere vivi e lascia vivere…

  14. Leggere i commenti a questo post è veramente esilarante. Si possono vedere due grandi sotto-classi di credente: quello talmente accecato dalla propria fede che fa rimbalzare automaticamente qualsiasi parola gli si rivolga sull’argomento (il cosiddetto muro di gomma) e quello che viene colto alla sprovvista e incespica sulle proprie gambe perché gli hai toccato un nervo scoperto, o perché hai instillato in lui anche la più piccola goccia di lubrificante che potrebbe rimettere in moto quegli ingranaggi arrugginiti che si trovano sotto la calotta cranica. E che siamo matti, mica vorremo ragionare con la nostra testa, molto meglio svilire noi stessi quotidianamente e continuare a sottostare ad uno dei meccanismi più vecchi della storia dell’uomo: quello di affidarsi al soprannaturale quando la nostra mente non vuole concepire (o non può, per ignoranza) altre spiegazioni razionali a quello che ci circonda e a quello che capita dentro di noi. Perché questo, in soldoni, è la credenza. Credere in un essere superiore vuol dire votare la propria vita alla paura della morte, all’agire solo in relazione a quello che potrebbe far felice lui, perché così abbiamo un posto sicuro in paradiso; vuol dire delegare al suo volere ogni cosa che non si riesce a comprendere, scaricarci (e scaricare gli altri) di responsabilità ogni volta che ci fa comodo, vuol dire dare il merito a lui per tutte le cose belle che ci accadono e dare il demerito alla sua controparte per quelle cattive, vuol dire liquidare tutto quello cui la scienza ANCORA non riesce a dare una risposta come inspiegabile e misterioso operato di dio, vuol dire condurre un’esistenza piena di regole inutili che nella maggioranza dei casi svilupperanno idee e convinzioni profondamente dannose, vuol dire perdere tempo con riti che non servono a niente.

    Ma poi, chi cavolo l’ha detto che le religioni non possono essere oggetto di satira, scherno o semplicemente di obiezione? Per quale motivo godrebbero di una sorta di “rispetto” speciale? Non mettiamo forse in dubbio le presunte “verità” di astrologia, omeopatia, e compagnia bella? Non sottoponiamo a costante critica il mondo della politica o dello spettacolo? Perché mai la religione dovrebbe godere di un’immunità speciale? Io sono fermamente convinto di non ledere il rispetto che nutro verso un credente quando critico o metto in dubbio ciò in cui crede, sebbene non ne nutra alcuno verso l’oggetto della loro credenza, perché per quanto mi riguarda è fuffa alla stregua degli oroscopi, del Power Balance, di Babbo Natale o degli UFO che rapiscono la gente.

  15. Quindi dovrei leggere una cosa che vieta di mangiare molluschi, indossare vestiti composti da tessuti diversi, e che è causa della discriminazione degli omosessuali? No grazie, ho smesso tempo fa di credere nelle favole e nelle superstizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.