A mille mani ::: L’idea

A mille maniÈ recentemente nata nella mia testa l’idea di produrre un’antologia di racconti scritti da esordienti bresciani. L’ambito locale è per contestualizzare l’articolo da proporre in modo più efficace: l’acquirente medio/occasional/casual compra più facilmente un prodotto di questo tipo se locale, piuttosto di qualcosa di forestiero.
La novità di quest’idea è quella che i racconti debbano essere scritti a più mani! I punti di forza di questa formula sono quello di renderla una trovata più originale del solito e quello di poterne scrivere di più con meno scrittori (cambiando le combinazioni delle collaborazioni e la formula di queste), che si aggiungono ai vantaggi della formula dell’antologia classica, che sono:

  • La divisione delle spese in più persone.
  • La capillarità di diffusione: se ognuno vende X copie, essendo in molti, se ne vendono molte di più!
  • Il ridotto sforzo per ottenere un lavoro vendibile: scrivendo venti, trenta pagine a testa si ha a disposizione un volume finito di un numero dignitoso di pagine.

Tuttavia, se non riuscissimo a trovare un editore disposto a pubblicarlo, ricorrere all’autoproduzione sarebbe uno sforzo sopportabile, proprio per il primo dei tre punti citati: sarà richiesta una somma da dividere fra tutti gli autori, per pagarci la pubblicazione, o per affidarci alla formula della pubblicazione on demand.
Così, inoltre, gli incassi sarebbero netti: per ogni copia venduta intaschiamo il prezzo pieno del libro, non solo i diritti d’autore!

Parlare di questo ora è decisamente prematuro, seguiranno aggiornamenti relativi l’organizzazione del progetto (che è appena nato, e consigli da parte di tutti sono bene accetti) e le modalità di partecipazione.

Tutto questo vale come invito a contattarmi per collaborare all’antologia! Siamo già un pugno di persone, ma vogliamo la partecipazione di più gente possibile!

— RyoMan

Unisciti alla discussione

15 commenti

  1. ottima idea! ^^ (e mi fai tra l’altro dispiacere di non essere di brescia :'( 😉 ) ah, e (scusa l’insistenza) fammi sapere come posso comprarti w l’eroina 🙂

  2. Se ti immergi nella polenta e canti l’inno el Brescia potresti richiedere la cittadinanza onoraria!
    Ti ho risposto nell’altro topic… uomini e donne, costui potrebbe essere il primo a comprarmi un libro attraverso il mio inesistente servizio di vendita on line! 😀

  3. ahò, e a quanti sacchi lo metti il dvd? … puttroppo non ho in programma al momento a breve gite in quel di brescia (avete anche un inno? O_O)- (per la polenta invece nema problema, però se c’è anche un tocietto adeguato… slurp, oppure una bella taragna…) – in caso hai anche qualcosa di economico (per me ;p) per i versamenti, tipo paypal, o preferisci dobloni via piccione? e soprattutto, offri anche comode rate a tan e taeg 0, aut min ric? ;p
    (ps: se ti pare stia spammando, dimmelo, e ti fo profferte in separata sede… ma così ti pubblicizzo pure, o magnifico vate… ;p)

  4. Che ne dice di [DVD spettacolo] + [libro W LA ERO] + [libro POESIE] per € 15, spese di spedizioni incluse?
    Pagamenti accettati: Bonifico Bancaryo, PostePay o doblone via fionda (al primo lancio devi fornirmi di guanto!)

    Yuk!

  5. @ryo: stocci! (e se è una fregatura subirai atroce una maledizione che procurerà la cacarella tutti i giorni alle 04:57 (a.m. E p.m.) a te e ai tuoi figghi e ai figghi dei tuoi figghi… ;p) opterei per postepay, fammi sapere i tuoi dati, e quanto prima o poi riceverai sonante dindame, dendechè comincerotti tarmarti pro celere spedizione.

    nel frattempo porgo cordiali saluti ringraziando anticipatamente per la gentile attenzione accordatami

  6. Si tratterà di un’antologia di racconti e ognuno sarà slegato agli altri… non che la cosa sia obbligatoria, eh 😉
    Grazie per il supporto! 😉

  7. Che bella idea!!! Ma alla fine il libro di cosa racconta?
    kmq dai, vai fino in fondo con questo progetto, io ti aiuterei, ma non sono di Brescia…

  8. Al momento siamo in sei o sette, più un’altra manciata di persone in forse.
    Sulle tematiche dici bene, però… pota, siamo talmente pochi che non ho voluto aggiungere un ulteriore limitazione 🙂
    Tanto, per quel poco che ho potuto vedere, credo che la maggior parte dei racconti non si discosterà molto dalla commedia brillante, romantica o sociale. Non prendo neanche in considerazione che qualcuno possa voler scrivere un racconto a luci rosse 😀

    Direi che per il resto possiamo passare in email, nella sezione Chi sono? di http://www.ryo.it c’è la mia mail: contattami lì, così possiamo scambiarci qualche materiale/idea.

    Ciaoh!

  9. PS: l’immersione volontaria nella polenta fumante è comunque fonte di prestigio e ammirazione nella comunità letteraria bresciana 😀

  10. Mi sembra un’idea davvero molto carina…e soprattutto intelligente se si considera l’odierno andamento del mercato editoriale. Accetto molto volentieri…
    E …mi risparmio pure l’immersione nella polenta…la cittadinanza per fortuna ce l’ho già :-D!!Hi hi..hi!!Pota!!!

    Però…per esempio l’idea della raccolta è una buona soluzione ma temo che includendo qualsiasi tipo di racconto (in termini di genere…tematica…) possa diventare un po’ dispersivo. No? Ovviamente parlo dal punto di vista di un ipotetico lettore.
    Comunque…quanti “compatrioti” hanno aderito al tuo progetto sino ad ora?…
    Ciao ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.