Racconto della discesa agli inferi del Web Hosting di Aruba e ritorno in Primolivello

da | 30 Set 2021 | OT | 0 commenti

Il web hosting è quella cosa creata dai maghi delle ere passate per tenerci dentro le pozioni magiche digitali, le code di rospo.mp3 e gli altri file.

Oggi si usa il cloud, ma essenzialmente è la stessa cosa senza i disegnini delle nuovolette.

Questo sito si affidava al web hosting di Aruba sin dall’anno 1256… alcune fonti sostengono fosse invece il 1998, il succo è che comunque era lì da un bel po’.

Ai tempi era l’Internet Service Provider più economico per il tipo di offerta che proponeva, ma con il passare degli anni le prestazioni sono sempre andate in calando.

Negli ultimi tempi Anonima Andrea Cabassi era difficile sia da gestire che da navigare, con tempi di attesa del server oltre ogni ragionevole aspettativa.

Ho provato di tutto, riprogettando la struttura, la grafica, ottimizzando le prestazioni, potenziando la cache, ma tutto quello che sono riuscito a ottenere era un bel sito lento.

Dove bel sito è soggettivo, mentre lento è oggettivo.

A ogni rinnovo mi dicevo che quello sarebbe stato l’ultimo, specie quando i server di Aruba sono andati a fuoco, ma poi mi riducevo a cercare un nuovo web hosting sempre all’ultimo minuto e così non se ne faceva niente.

La discesa agli inferi del web hosting

Nell’ultimo periodo, più esattamente dall’ultimo restyling, ho lavorato molto per piazzare alcune keyword fra le prime posizioni dei risultati dei motori di ricerca.

Posso dire di aver fatto un buon lavoro, perché partendo da una posizione fuori classifica sono avanzato fin nelle primissime pagine per alcune keyword molto interessanti.

Però sappiamo tutti che le primissime pagine non contano nulla: se non si è in prima pagina tanto vale non fare nemmeno lo sforzo.

È risaputo che la velocità di risposta di un sito influisce sensibilmente sul suo piazzamento nei risultati dei motori di ricerca, e la lentezza di Aruba mi aveva portato sul fondo.

La discesa agli inferi del web hosting

Tutti i miei sforzi erano vanificati da un problema tecnico, la frustrazione aveva raggiunto il suo apice.

Ho detto basta! e ho cercato una soluzione.

La Guida

È saltato fuori che al lavoro abbiamo una convenzione con Primolivello, un Internet Service Provider: una sorta di gilda di stregoni dediti alla registrazione di domini, web hosting, caselle PEC e altri artefatti magici.

Alla prima occasione ho fatto il passaggio!

E non ci sono volute code di rospo, ali di coccodrillo o unghie di lumaca: ho compilato un form, ho ricevuto alcune istruzioni e nel giro di pochi minuti la paura se n’è andata.

Aruba mi ha rilasciato il mio authcode (un sortilegio alfanumerico necessario per il cambio di web hosting), ho fatto il backup del mio database, ho copiato i miei file e ho inviato tutto a Primolivello.

E con un solo abbonamento ho molto di più di quello che mi dava Aruba (e che mi faceva pagare singolarmente)!

A riveder le stelle

La velocità del web hosting Primolivello

Questo è il primo articolo pubblicato dopo il passaggio, non dirmi che ti sembra che la velocità non sia cambiata perché non è vero!

50 millisecondi per la risposta contro i 6 secondi e rotti di prima… e solo gli e rotti di prima sono il quintuplo del nuovo tempo!

Ora Anonima Andrea Cabassi va come una scheggia! In un attimo eseguo operazioni che prima mi facevano venire il latte alle ginocchia.

Probabilmente è solamente l’euforia del finalmente tutto va alla grande che i fa mettere tutti questi punti esclamativi, ma se non lo scrivo qua dove dovrei?

Referral program

Per chiudere in una bellezza ancora più bella, ecco il referral program: Primolivello rilascia uno sconto del 10% per chi li contatta tramite questo form comunicando il codice promo RYO-IT-WEB-HOSTING.

Io grazie alla mia convenzione ho già il massimo dello sconto, e sono a posto, quindi sentiti libero di usare il mio codice senza per questo arrecarmi alcun vantaggio.

Sarà per la prossima volta.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anonima Andrea Cabassi Newsletter

Unisciti anche tu!

La newsletter di Anonima Andrea Cabassi è discreta, eccentrica e veloce: unisciti anche tu per ricevere curiosità librarie, sconti, ebook e altro ancora! Compila il modulo, userò questi dati solo per inviarti la newsletter, e potrai cancellarli in ogni momento.
Consulta l'informativa sul trattamento dei dati per ulteriori informazioni.

* campo richiesto