Parole Belle: Turpitudine (ep. 1×03)

da | 23 Ago 2021 | Mondo editoriale | 2 commenti

È successo assolutamente per caso – ma non per questo meno meritatamente – che turpitudine sia la prescelta per questo terzo episodio di Parole Belle!

Questa la cronaca degli avvenimenti.

Quando ho letto la parola turpitudine stavo…

La turpitudine nelle memorie dal sottosuolo

Stavo leggendo Memorie dal sottosuolo di Dostoevskij dopo averlo ricevuto come suggerimento in una discussione su autori russi.

Mi ha colto alla sprovvista: in un mese sono riuscito a iniziarlo, esserne entusiasta, abbandonarlo, leggere altri due romanzi, riprenderlo, non ricordarmi nulla, ricominciarlo e finirlo.

Ma ora sto rischiando il fuori tema. Un tema dell’opera, invece, è la miseria. La miseria, la trasandatezza e la sporcizia, fisica e morale.

Non a caso avevo già praticamente scelto laidume come parola bella per questo episodio, ma nell’evidenziare la parola per scattare la foto alla pagina è apparso il riquadretto del vocabolario integrato.

Sciaf!

È stato in quell’istante, leggendo alcuni sinonimi riportati di quel lemma, che turpitudine mi ha schiaffeggiato con violenza.

Non ho potuto far altro che ringuainare laidume all’istante!

Turpitudine come sinonimo

Il significato di “turpitudine”

tur|pi|tù|di|ne s.f. 1348-53; dal lat. turpitūdĭne(m), v. anche turpe.
CO 1a. l’essere turpe, infame, indegno: la turpitudine di un’accusa 1b. azione, comportamento, espressione turpe, riprovevole, infame: commettere turpitudini 2. l’essere osceno, sconcio: la turpitudine di uno spettacolo|azione, gesto, discorso osceno: smettila di dire turpitudini 3. OB LE bruttezza fisica: la turpitudine del viso di messer Forese (Boccaccio) Dizionario della Lingua Italiana De Mauro
Dizionario De Mauro

Una parola bella con un significato brutto

Non per forza una bella parola ha anche un bel significato, anche perché alla sua nascita è difficile sapere quel che sarà di lei e come sarà usata.

Quindi basta arrovellarsi la mente con turpi pensieri… e a presto per il prossimo episodio!

2 Commenti

  1. Franco Battaglia

    Ti ho letto ed in mente mi è apparsa “turlupinare”, solo vaga assonanza con la tua turpitudine, ma il suffisso tur le caratterizza ed il pi in mezzo le rende simili anche se nella mia l’are finale è più comune, mentre nella tua il finale ine la rende nobile e più inquietante. Baci turpi. Ma non pensare ti stia turlupinando.

    Rispondi
    • Andrea Cabassi

      Aho, me stai a turlupinare?
      In effetti detta così richiama la turpitudine in maniera smodata! XD

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anonima Andrea Cabassi Newsletter

Unisciti anche tu!

La newsletter di Anonima Andrea Cabassi è discreta, eccentrica e veloce: unisciti anche tu per ricevere curiosità librarie, sconti, ebook e altro ancora! Compila il modulo, userò questi dati solo per inviarti la newsletter, e potrai cancellarli in ogni momento.
Consulta l'informativa sul trattamento dei dati per ulteriori informazioni.

* campo richiesto