DLL Diritti Libertà Lombardia: CensuVax

da | 25 Mag 2021 | Racconti di vita vissuta | 2 commenti

DLL Diritti Libertà Lombardia è un Comitato Spontaneo Non Riconosciuto di liberi cittadini volontari che operano sul territorio per affrontare le criticità legate alla tutela dei Diritti Civili e alle Libertà Costituzionali.

Fantastico, DLL Diritti Libertà Lombardia è una specie di Justice League della Lombardia votata alla lotta contro chi minaccia i diritti civili e le sacrosante libertà sancite dalla Costituzione della Repubblica!

Nascendo nel 2016 con il nome di “Genitori del NO OBBLIGO Lombardia”, era impegnato per affrontare i problemi del D.L. 73/17, convertito in L. 119/17, attraverso azioni, progetti, ecc. finalizzati a supportare e informare i genitori, e più in generale per sostenere e tutelare la libertà di scelta terapeutica.

Acc, mi sono sbagliato, altro che JL!
Si tratta di un gruppo di libertadisceltaterapeuticisti e adesso che mi sono iscritto al loro gruppo Facebook che cosa faccio?

Ho deciso: è solo una la cosa che rispetti il mio rigido principio di non impelagarmi in sterili discussioni sul web con persone che rifiutino il dialogo basato sulla logica e i fatti.

E quella cosa è osservare.

Breve recap per un’introduzione a scrocco

Prima di procedere con la cronaca della mia esperienza nel gruppo DLL Diritti Libertà Lombardia ritengo utile fare un richiamino a un articolo di qualche tempo fa, giusto per non ripetere un’altra volta temi noiosi come le bigfarmah, la medicina alternativah, svegliatevih e compagnia bella: Omeoutopia: del perché l’omeopatia è una minchiata.

Ho osservato che!

La prima cosa che ho osservato è che nonostante il loro regolamento sia molto chiaro sulle modalità di presentazione della domanda di iscrizione, all’atto pratico non sono davvero così attenti. Altrimenti non si spiega che nonostante esso dica chiaramente che:

Per accedere a DLL Diritti Libertà Lombardia è necessario rispondere alle domande poste all’atto della richiesta di iscrizione. Preghiamo di farlo in modo non evasivo e/o frettoloso.

… abbiano accettato la mia iscrizione, dove l’evasività delle mie risposte avrebbe reso orgoglioso Lupin The 3rd.

Un’altra cosa che mi ha colpito è che gran parte del traffico fosse generata dai molti moderatori, nonostante il cospicuo numero degli iscritti (9 moderatori per circa 5000 iscritti).

Questo sia per quanto riguardava i nuovi post (spesso il rilancio di notizie dal sapore tutt’altro che imparziale) che le risposte alle domande degli utenti.

La terza cosa che ho notato non riguarda la quantità ma la qualità delle discussioni: ogni fatto è come filtrato da una magica lente che rende perfettamente normale l’inconcepibile e completamente assurdo il fatto più banale.

Voglio fare un esempio cercando di evitare sia tecnicismi sia polemiche (in realtà posso garantire solo uno dei due): un’affermazione che a tutta prima mi è sembrata del tutto ragionevole ha scatenato un megacasino.

Una persona vaccinata può contagiare un individuo sano.

La reazione di fronte a siffatta affermazione dovrebbe essere pressapoco questa: lo so, è normale. Voglio dire, pure io che no so distinguere un’aspirina da un antinfiammatorio so che il vaccino protegge dalla malattia ma non necessariamente dall’infezione!

La reazione in DLL Diritti Libertà Lombardia invece è stata qualcosa di enorme, ricordo una fitta gamma di commenti compresa fra il vaccino è inutile e big pharma ci sta turlupinando.

Basso profilo su DLL Diritti Libertà Lombardia

Io però mantenevo un basso profilo, non volevo palesare la mia identità segreta dando del citrullo a chiunque mi capitasse a tiro su DLL Diritti Libertà Lombardia, come invece la mia coscienza mi imponeva.

Poi il regolamento vieta esplicitamente Attacchi personali, insulti, linguaggio non consono o commenti denigratori nei confronti di chiunque, e io – a onor del vero – il regolamento non l’ho mai violato.

Insomma, ogni cosa è analizzata come se qualcuno stesse tessendo le fila di un piano malvagio progettato per arricchire i produttori di vaccini sulla pelle dei poveri cittadini, relegati al ruolo di cavia da laboratorio.

Se non fosse spaventoso vedere l’intelletto umano sprecato in modo così sfacciato, sarebbe quasi divertente.

DLL Diritti Libertà Lombardia: il caso

Un giorno, però, su DLL Diritti Libertà Lombardia accadde l’inaccettabile, e te lo racconto usando i personaggi del Muppet Show per impersonare i veri interpreti del misfatto.

Un genitore disinformato – interpretato da Gonzo – chiede lumi nel gruppo sulla condotta della scuola dell’obbligo nei confronti di un bambino non vaccinato. Tema questo molto delicato da non prendere sotto gamba.

Una richiesta su DLL Diritti Libertà Lombardia

Soprassediamo sulla qualità dell’immagine (e dell’italiano), il punto è che serve dare una risposta molto chiara sulla questione: molto probabilmente vi è di mezzo un minore che non ha colpa della scelleratezza dei propri genitori.

Decido allora di fare una ricerca e dopo otto secondi sono travolto da una marea di siti che danno tutti la stessa risposta. Ci sono solo due cose da fare allora:

  • Chiedersi come mai per gli utenti di DLL Diritti Libertà Lombardia sia così difficile fare una ricerca nei motori di ricerca. Forse pensano che il di ricerca contenuto nel nome sia una specie di tranello? Non me ne stupirei.
  • Cercare fra i tanti il sito più attendibile e rispondere a Gonzo con un link diretto (il mio intento era quello di fornire la fonte senza esporre la mia interpretazione, ma ho capito solo dopo di aver sbagliato approccio: non era certo quello che cercava Gonzo).
Il mio intervento su DLL Diritti Libertà Lombardia
Certo di aver fatto il mio dovere di cittadino pensante, ho un sussulto quando noto che il mio intervento è stato rimosso:
La mia censura su DLL Diritti Libertà Lombardia
Naturalmente il link che ho pubblicato non era fuorviante, il titolo era pure Niente asilo o scuola per i bimbi non vaccinati, più chiaro di così si muore!

Semmai è stato fuorviante rispondere Assolutamente no, Gonzo. L’obbligo scolastico prevale sull’obbligo vaccinale e dopo nove minuti pubblicare un link alla gazzetta ufficiale dove si può leggere la stessa cosa che ho linkato io, ma in modo più confuso e senza la spiegazione professionale dei redattori di La legge per tutti.

Il ban tattico (aka censura)

Ho subito preso le difese del mio post: era chiaro come Beaker volesse far passare il suo messaggio ai danni della verità! DLL Diritti Libertà Lombardia… libertà di che cosa? Non si scherza con me! E infatti…

Il feedback di DLL Diritti Libertà Lombardia

Questa schermata è stata l’ultima di DLL Diritti Libertà Lombardia che sono riuscito a vedere prima del ban.

In pratica mi ha bannato perché non sono stato Gentile e cortese (falso). Non potendo competere sul piano della dialettica mi ha censurato. Sì. Tipico di chi sa che non può battersi ad armi pari con la logica. Un comunissimo p’tak insomma.

Pensandoci ora, la cosa più divertente

La cosa più divertente – e vi assicuro che tutto il post non è un pretesto per piazzare un link allo shop – è che uno dei pilastri del mio romanzo Pelicula è proprio un vaccino tramite il quale le forze governative esercitano un controllo asfissiante sulla popolazione.

SVEGLIATEVI!!1!1!UNO!

Ora, è vero che il post non è un pretesto per piazzare un link, ma eccone comunque uno bellissimo: clicca qui o sulla copertina per comprare Pelicula, il miglior romanzo distopico di tutta Anonima Andrea Cabassi!

In offerta!

La legge, ma anche la morale comune, impone che tutti siano vaccinati entro i primi tre mesi di vita: non esistono le condizioni perché un qualsiasi essere umano possa sopravvivere oltre i tre mesi senza Pelicula; lo impongono le condizioni ambientali che si sono andate creando.
La cosa vale per tutti, nemici di Pelicula compresi; senza la protezione garantita da questo antivirus, un bambino andrebbe incontro a morte certa a causa dei batteri dell’aria, dell’acqua, del cibo… gli uomini sono stati troppo occupati a pensare al loro benessere per accorgersi che la terra che calpestavano era la stessa su cui avrebbero dovuto vivere: quindi senza Pelicula la vita si forma, ma non attecchisce.
Ciò rende Pelicula necessaria, ma le nanomacchine che iniziano a prosperare negli organismi viventi hanno un altro importantissimo ruolo: tracciano.
Sono in grado di tracciare e trasmettere tutta la vita di chi le ospita. Tutta l’intera vita di un individuo.
Tutta l’intera, completa vita.
Pelicula, pagg. 56, 57

Non me la sono presa

Comunque non me la sono presa troppo. Diciamo il giusto.

Diciamo che ora a ragion veduta penso che DLL Diritti Libertà Lombardia sia un gruppo poco interessato alla verità, che promuove un tipo di pensiero pericoloso perché non supportato dai fatti, e che non si preoccupa troppo di avvalersi della censura verso chi non è disposto a dargli ragione incondizionata.

Chissà se io censurerei i loro commenti a questo post?

2 Commenti

  1. Marina Guarneri

    La censura è sbagliata, non ha legittimazione, è subdola. Però, oggi, non sono più tanto sicura che chi si è sempre battuto contro la censura non voglia farsene velatamente paladino.
    È uno strumento pericoloso che, all’occorrenza, fa gola a molti.

    Rispondi
    • Andrea Cabassi

      Vero, infatti il controllo dell’opinione è l’arma preferita nei romanzi distopici 😉

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Anonima Andrea Cabassi Newsletter

Unisciti anche tu!

La newsletter di Anonima Andrea Cabassi è discreta, eccentrica e veloce: unisciti anche tu per ricevere curiosità librarie, sconti, ebook e altro ancora! Compila il modulo, userò questi dati solo per inviarti la newsletter, e potrai cancellarli in ogni momento.
Consulta l'informativa sul trattamento dei dati per ulteriori informazioni.

* campo richiesto