Cattedrale era in attesa d’esser letto da anni, non so perché me ne fossi dimenticato, eppure la sua costa viola chiaro e viola scuro (o, come direbbero i maniaci della scala cromatico/alimentare, prugna e melanzana) era ben in evidenza dallo scaffale. Sicuramente la serie di articoli dedicati al modo di Carver di intendere la scrittura è stata decisiva, perché dopo tanta teoria vedere qualche risultato è un ulteriore stimolo a fare bene.

La raccolta include i seguenti racconti:

  • Penne
  • La casa di Chef
  • Conservazione
  • Lo scompartimento
  • Una cosa piccola ma buona
  • Vitamine
  • Attento
  • Da dove sto chiamando
  • Il treno
  • Febbre
  • La briglia
  • Cattedrale

Cattedrale: il risvolto di copertina

Cattedrale - Raymond CarverNon era solo il fatto di passare intere serate svegli fino a tardi, o di esserci trovati più volte in situazioni curiose, a fare di noi una coppia di amici. Erano le storie. Le storie e il fatto di raccontarcele. Ray mi incoraggiava calorosamente ad andare avanti con la mia scrittura, e da parte mia ricordo con che emozione lo ascoltai una volta leggermi alcuni dei suoi racconti. Fui immediatamente convinto che erano qualcosa di nuovo e al tempo stesso destinato a durare nel tempo: una novità che sarebbe rimasta tale per sempre. Per quanto i precedenti racconti di Carver fossero belli, questi erano persino migliori – più luminosi, più misteriosi, ti colpivano diritti al cuore.
Tobias Wolff

Citazioni da Cattedrale

Commento all’edizione

Nei primi anni Duemila minimum fax ristampò i lavori di Carver in volumi a copertina morbida con il risvolto, io posseggo quest’edizione. Come già detto, la copertina non è di gran qualità, comunque buona, la rilegatura è in brossura e la carta è discreta, anche se un po’ troppo trasparente. Non ci sono note, introduzioni o approfondimenti; la traduzione è di Riccardo Duranti.

Cattedrale: giudizio finale

I racconti di Carver narrano quello che devono, non quello che vorrebbe il lettore, e quello che devono raccontare è la normalità.
Una normalità densa di vita, per nulla essenziale ma raccontata con essenzialità.

Indicatore obiettivi di lettura 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.