Flipback, è la novità che Mondadori sta promuovendo nell’ultimo periodo. Inizialmente ero scettico ma poi ho fatto un’importante riflessione, grazie all’attenta lettura di questa presentazione:

Flipback: che cos'è?

  • Flipback è compatto nel formato: occupa solo 1/6 dello spazio di un’edizione tradizionale.
  • Flipback è compatto nei contenuti: ha lo stesso contenuto dell’edizione tradizionale, in versione integrale.
  • Flipback è con te, sempre: puoi averlo sempre a portata di mano, in tasca, nella borsa e leggerlo ovunque, anche quando lo spazio è poco.
  • Flipback è rivoluzionario nella forma: Mondadori Flipback si legge in verticale e si sfoglia con una sola mano, dal basso verso l’alto.

Avete capito? I flipback sono eBook a tutti gli effetti, questa descrizione non ammette repliche! Inoltre osservate bene la pagina piegata nell’immagine: non ci crede nessuno che quello sia un oggetto tridimensionale, perché è lo schermo di un eReader!

Andiamo a controllare, mi sono detto, così mi sono recato in libreria e ho cercato nel settore degli eReader. Nulla, nessuna traccia! Mi sono spostato allora nel reparto elettronica me ancora nulla. Prima di passare nel reparto ortofrutticolo (scherzo eh, comunque che diavolo sono diventate le librerie?) mi imbatto in una colonnina promozionale ed eccoli qua i flipback!

Tocco con mano i flipback

Flipback in libreria

Che è sta cagata?
Appena li ho presi in mano credevo fosse uno scherzo:

  • Sono scritti a caratteri microscopici.
  • La carta usata è velina supertrasparente (arrivati a metà si corre il rischio di una spoilerata in trasparenza sul finale!).
  • Al contrario di quanto affermato sono scomodissimi: spiegatemi come posso tenerlo con una mano sola se devo anche leggere quello che copro con la mano!
  • Nonostante il piccolo formato (8×12 cm) costano mediamente tra i 9 e i 12 €… è tantissimo!
  • Ultimo ma non meno importante, i titoli a disposizione in flipback sono l’apoteosi del mainstream della narrativa contemporanea (ma in fondo è solo questione di gusti personale, non penso mica che i flipback siano solo una trappola per succhiare sangue al lettore medio inconsapevole e indifeso).

Flipback: perché mai ride?E poi che c’ha da ridere questa della pubblicità mentre legge? Che libro è, le barzellette di Totti?
C’è poco da ridere, purtroppo questi flipback sono solo l’ennesimo tentativo di una major di succhiare sangue al lettore medio inconsapevole e indifeso (ahm…).
Qualcuno ha letto uno di questi flipbook? Che so, un romanzo di Fabio Volo, Sophie Kinsella, Cinquanta sfumature di grigio o qualche altro capolavoro (a onor del vero un capolavoro c’è: 1984 di George Orwell) libropanettone annoverato fra le file di questa fantastica esplosiva e fantasmagorica novità editoriale all’italiana (gli inventori però sono olandesi)?

Unisciti alla discussione

4 commenti

  1. effettivamente la gente con un minimo di cervello per avere qualcosa di compatto, che può sempre portare con sé, e che può leggere con una mano, si prende un ebook reader…

    le persone più restie all’ebook reader di solito sono le persone un po’ anzianotte, ma sono appunto quelli che hanno più difficoltà a leggere quella roba scritta su un francobollo

  2. Pingback: Darsch
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.