Strumenti di lettura: sondaggio

da | 18 Mar 2014 | Mondo editoriale | 2 commenti

Strumenti di lettura

Ricordate quegli strumenti di lettura fatti di carta rilegata, dove dentro ci si poteva trovare scritto un sacco di cose? Bene. Negli ultimi tempi i libri (questo il loro nome) si sono visti affiancare nel loro importante compito da diversi surrogati di natura tecnologica che, poco per volta, stanno ricevendo consensi da un pubblico storicamente poco incline a queste novità.
Un libro è uno strumento facile da usare: si apre, si legge, si chiude. In più, come dice una celebre battuta, non ha bisogno di batterie.
Le nuove alternative portano con loro innovazioni impagabili, ma hanno tutte una caratteristica comune: sono molto più complicate da usare (e in un’era di pigroni come la nostra vi assicuro che è un ostacolo non indifferente)!

Non voglio mettere a confronto le varie scelte per verificare quale sia la migliore (per ora la mia è il lettore ebook) ma sono curioso di sapere se la voglia di sperimentare vi porterà nel futuro prossimo a provare uno dei nuovi strumenti di lettura che hanno preso piede negli ultimi anni.

Quali sono gli strumenti di lettura che pensate adotterete nel 2014?

  • Solo libri cartacei di buona qualità (copertina rigida, carta spessa e rilegatura cucita)
  • Libri cartacei e ebook
  • Solo audiolibri
  • Solo ebook
  • Solo cartacei, anche di qualità medio-bassa
  • Libri cartacei e audiolibri
  • ebook e audiolibri
  • Il formato è indifferente: cartacei, ebook e audiolibri

[sondaggio chiuso]

Strumenti di lettura

2 Commenti

  1. Il Gobb

    Votato! Per me leggere è la cosa importante, il formato è un dettaglio 🙂

    Rispondi
    • Ryo

      Proprio per questo credo sia da sciocchi ignorare le nuove possibilità di cui disponiamo! Come dicevamo qualche tempo fa, leggere guidando non è possibile (in realtà conosco una persona che lo fa, ma lasciamo perdere 😀 ) gli audiolibri sono un’ottima soluzione in questo caso!
      Poi, se devo essere sincero, l’eBook mi ha aiutato a dar più valore al contenuto e meno al contenitore che, con il senno di poi, era eccessivo 🙂

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anonima Andrea Cabassi Newsletter

Unisciti anche tu!

La newsletter di Anonima Andrea Cabassi è discreta, eccentrica e veloce: unisciti anche tu per ricevere curiosità librarie, sconti, ebook e altro ancora! Compila il modulo, userò questi dati solo per inviarti la newsletter, e potrai cancellarli in ogni momento.
Consulta l'informativa sul trattamento dei dati per ulteriori informazioni.

* campo richiesto