Anonima Andrea Cabassi

Scrivo più veloce di quanto pensi

Tag: Editori a pagamento (page 1 of 2)

Self Publishing Vincente: funziona o no?

Visitando Self Publishing Vincente, lo scorso 15 febbraio mi sono iscritto alla loro newsletter. Self Publishing Vincente offre un servizio editoriale che promette di aiutare gli scrittori a trasformare la loro passione in una pubblicazione autorevole, sfruttando una strategia editoriale segreta, anche senza un editore e senza aspettare mesi per pubblicare.
In questo post spiegherò perché questa strategia non vi aiuterà a vendere più libri.

[Nota del 29/4/2016: È intervenuto nella discussione Emanuele Properzi, titolare di Self Publishing Vincente, per esporre le proprie ragioni e per meglio delineare le caratteristiche della sua offerta. Vi chiedo quindi di sospendere ogni giudizio fino alla lettura sia della mia analisi che della sua replica, così da maturare un’idea di Self Publishing Vincente solo dopo aver soppesato due differenti punti di vista.]
Continue reading

Bookshoponline.it

In questi giorni sono stato contattato da un’agente per conto di Gremese Editore, cui nei mesi scorsi inviai in visione un manoscritto.
Mi è stata sottoposta un’offerta per pubblicare il mio manoscritto in eBook con la casa editrice New Books (di cui Gremese Editore fa parte) tramite il portale Bookshoponline.it; visto che provando a informarmi in rete non ho trovato assolutamente nulla, in questo post cercherò di riassumere i punti salienti dell’offerta, commentandola con quanto è emerso dalla discussione con l’agente che – ci tengo a sottolinearlo – è stata molto gentile e disponibile.

Bookshoponline.it

Cos’è Bookshoponline.it

Hai un libro nel cassetto e non trovi l’editore giusto? Stanco di sottoporre la tua creazione editoriale a editori che non rispondono mai? Abbiamo la soluzione per te: farti diventare editore in prima persona del tuo innovativo eBook!

Bookshoponline.it - Editori di se stessiNon si parte nel migliore dei modi. Voglio dire: essere editore di me stesso non è quello che desideravo quando inviai il manoscritto alla casa editrice. Ci sarà pur stato un motivo se mi sono preso la briga di cercare quali editori potessero essere interessati al mio lavoro, preparare una lettera di presentazione mia e della storia, la sinossi, i punti di forza e tutte quelle cose che ci si aspetta servano a una casa editrice!

Grazie all’innovativo servizio di distribuzione di Bookshoponline.it il tuo eBook verrà venduto anche in tutte quelle librerie italiane che hanno aderito al servizio di vendita dei libri in formato elettronico.

Le librerie fisiche che offrono il servizio di vendita eBook esistono ma sono pochissime, e non è stato possibile recuperarne l’elenco, anzi, mi è stato ribadito che il vero valore offerto da Bookshoponline.it è quello di distribuire gli eBook nelle maggiori librerie virtuali, così da raggiungere contemporaneamente milioni di utenti.

Una volta realizzato l’eBook e da te stabilito il prezzo di vendita, ti verrà riconosciuto il 100% dei ricavi netti! Bookshoponline.it non tratterrà alcuna royalty sul diritto d’autore. Quello che guadagnerai al netto dei costi rimarrà a te.

I costi citati si riferiscono all’IVA, che per gli eBook è il 22%, e alla percentuale variabile che trattengono gli store.

Se il tuo eBook diventerà campione d’incassi ti garantiamo la pubblicazione del libro cartaceo ad opera di un editore di livello nazionale! Inoltre, se proprio non riesci a fare a meno di avere il tuo libro subito anche in formato cartaceo, te lo stampiamo in digitale nel numero di copie e per farne l’uso che vorrai. Nessun rifiuto editoriale! Nessuna attesa!

Affinché un eBook creato tramite Bookshoponline.it sia pubblicato in cartaceo senza contributo da Gremese Editore, Edizioni Airone, New Books e altre case editrici partner deve superare la soglia minima di 3.000 copie vendute sul territorio nazionale.

Come funziona Bookshoponline.it

Inviaci il tuo file definitivo, pronto per la pubblicazione, assieme ai testi di presentazione dell’opera e alla copertina. Se non ne hai una, niente panico, te la procuriamo noi.

Dunque è chiaro che in partenza non è incluso alcun servizio di editing. Questo per molti è sufficiente per farsi un’idea di che tipo di servizio sia quello offerto da Bookshoponline.it.

Bookshoponline.it - self publishingComunicaci infine il prezzo del libro da te stabilito. A quel punto, la palla passa a noi: lo convertiremo in formato elettronico e lo metteremo in vendita per conto tuo su tutte le piattaforme del web più importanti del mondo. Ti aggiorneremo sulle vendite mese per mese, così che potrai valutare in tempi brevi il giudizio del pubblico e l’andamento delle vendite. Ogni sei mesi riceverai da Bookshoponline.it il 100% dei ricavi dalle vendite al netto delle spese di distribuzione.

Grossomodo è quello che offrono le principali piattaforme di self publishing.

E se il tuo eBook dovesse andare davvero forte, otterrai la garanzia di veder pubblicato il tuo libro cartaceo da un vero editore e entrare in libreria dalla porta principale! Più semplice di così?

Che poi è la stessa cosa già detta prima (le 3.000 copie da vendere…)

Quanto costano i servizi di Bookshoponline.it?

Bookshoponline.it - Costi
Al costo di un nuovo paio di scarpe o di un vestito, Bookshoponline.it pubblica e distribuisce il tuo libro su tutto il web, con una distribuzione capillare e qualificata, e su tutti maggiori retailer della rete internazionale.

Voi quanto le pagate le scarpe?

Il programma di servizi editoriali di Bookshoponline.it relativo agli eBook prevede due diversi pacchetti: uno basilare e uno completo. A seconda delle esigenze del cliente, Bookshoponline.it è in grado di intervenire offrendo un ventaglio di ulteriori servizi personalizzati.

Alzi la mano chi pensava che il servizio fosse gratuito!

Opzione LIGHT

Costa € 350 una tantum, più € 99 all’anno (a partire dal secondo anno) per l’iscrizione a Bookshoponline.it. I punti salienti: Generazione dell’eBook con un’impaginazione standard, copertina grafica non inclusa, distribuzione on line entro 15 giorni.

Opzione Premium

Costa € 490 una tantum (sommare € 100 nel caso di opera contenente illustrazioni), più € 59 all’anno (a partire dal secondo anno) per l’iscrizione a Bookshoponline.it. L’opzione include tutto quello previsto dalla precedente e in più: conversione del libro in formato per la lettura in streaming, correzione refusi, copertina grafica standard, sconto di € 50 per la realizzazione di una copertina professionale (del costo di € 199), sconto del 20% per la stampa del libro (ordine minimo: 50 copie) e garanzia di pubblicazione del libro cartaceo superate le 3.000 copie vendute.

Il costo dei servizi aggiuntivi di Bookshoponline.it

Bookshoponline.it - I servizi

  • Correzione ortografica, grammaticale e tipografica: € 3 a cartella (1.500 battute)
  • Correzione e revisione stilistica (editing) completa del testo: € 6 a cartella
  • Copertina professionale completa: € 199
  • Applicazione DRM: € 0,30 a copia
  • Servizi di promozione, pubblicità e ufficio stampa: da concordare con l’autore
  • Servizio di stampa del volume in formato cartaceo: variabile, in base al formato del libro e al numero di copie richieste
  • Stampa e distribuzione dell’edizione cartacea: a partire da € 4.000, eventuale pubblicazione gratuita dopo il successo comprovato delle vendite online
  • Booktrailer: da concordare con l’autore

Le mie conclusioni su Bookshoponline.it

Bookshoponline.it incrocia l’innovativo concetto del self publishing all’editoria a pagamento tradizionale, creando un ibrido che non riesco a giudicare pienamente soddisfacente. Proverò a spiegare perché:

  • Esistono piattaforme di self publishing gratuite che offrono più o meno gli stessi servizi dell’opzione Premium di Bookshoponline.it, che invece è a pagamento
  • Presentarsi con un eBook che ha venduto 3.000 copie è un ottimo biglietto da visita presso qualunque editore medio-piccolo, non solo per Bookshoponline.it
  • Bookshoponline.it non è ancora nemmeno on line; io posso anche fidarmi ma come dice il proverbio…

Purtroppo, però, tutto il resto va proprio in direzione dell’editoria a pagamento e quindi l’unica scelta sensata, a mio modo di vedere, è quella di declinare l’offerta con fermezza e cortesia. E già che ci siamo mostriamo il logo anti EAP, che male non fa.

Bookshoponline.it - EAP

Qualcun altro ha ricevuto una proposta da Bookshoponline.it? Come vi è sembrata? Questo post vi è stato utile? Avete qualche puntualizzazione? Fateci sapere!

0111 Edizioni a pagamento?

0111 Edizioni

Questo post è stato rimosso dall’autore. Scopri qui che cosa è successo.

Caosfera casa editrice a pagamento

ovvero

Opinioni (poco) varie degli autori di Caosfera Edizioni

Di recente ho inviato il manoscritto di Pelicula in modo mirato ad alcune case editrici. Ebbene, in un caso ho decisamente sbagliato mira.
Il 3 ottobre, infatti, dopo aver letto la pagina di presentazione della sezione inediti del sito Caosfera Edizioni, ho inviato il manoscritto anche a inedito@caosfera.it pur conoscendo molto bene la regola numero uno sui siti delle case editrici italiane:

La serietà di una casa editrice è inversamente proporzionale allo sforzo impiegato per scoprire le modalità d’invio dei manoscritti.

Continue reading

Premio Gaetano Cingari: l’esito e l’anfamata

Giovedì sera ho trovato nella cassetta della posta una busta di Leonida Edizioni contenente una mezza dozzina di fogli così distribuiti:

  • Una proposta editoriale (una pagina)
  • Un contratto di pubblicazione (due pagine in due copie)
  • Una scheda promozionale (una pagina in due copie)

I più attenti avran notato che i fogli sono sette e non sei, poco importa. Il tutto è nato dal concorso letterario Gaetano Cingari cui partecipai qualche tempo fa.
Eccone l’esito:


III Edizione Premio Letterario Internazionale “Gaetano Cingari”

GRADUATORIA

ELENCO VINCITORI E FINALISTI

Sezione C (Silloge inedita)

Premi: 1° classificato: edizione con regolare contratto di pubblicazione della Silloge (valore pubblicazione € 1500,00) + targa. 2° e 3° Classificato targa + recensione + Pergamena.

Vincitori

1° Classificato: Nel senso del verso di Valeria Serafilli.
2° Classificato: Affilati coltelli del mio silenzio di Antonio Zavoli.
3′ Classificati a pari merito: Ti presenti al sole di Domenico Baronetto; L’ombra delle farfalle di Annamaria Di Michele

Finalisti

Le strade dell’anima di Dino Seccia.

Uomo da niente di Alessandro Lentini.

Con te ho urlato alla luna di Anna Maria Cardillo.

Geloso, permaloso, lunatico e noioso di Andrea Cabassi.

Ai margini di un fuoco di Stefano Colli.

10° Cento passi di affollata solitudine di Giulia Annunziato.

Segnalati

A-Mors di Alice Tabucco; Intermezzo di Riccardo Melzi; La spugna di Lella De Marchi; Goccia a goccia di Roberto Gennaro; Amebeo per Euridice di Vito Sorrenti; Ninphea di Anna Aricò.


Ebbene, non ho vinto.
Mi dispiace molto, molto. Mi ero davvero impegnato e ci credevo.
Ora però prendo in mano il contratto di pubblicazione che mi han spedito e che cosa vedo?
I leonidi dicono che anche se non ho vinto vorrebbero pubblicare il mio lavoro, offrendomi lo sconto del 50% sul valore della pubblicazione. Quanto fa 1500 / 2?
I leonidi devon aver avuto un problema matematico, mi sono detto, perché i 1100 euro che mi propongono sono la metà di 2200 e non di 1500. Poi leggo al punto 16 che il valore della pubblicazione è esattamente € 2200, quindi nessun errore: mi stanno proprio a cojonà!
A cos’è dovuto questo scarto?

Quali sono le differenze fra i vari contratti?

— Ryottavo

Fara Editore a pagamento

Fara Editore è stata la prima casa editrice a rispondere alla mia proposta di pubblicazione del volumetto W la eroina e chi la fa in vena che – a seconda della moda del momento – è un racconto lungo oppure un romanzo breve.
Ho inviato questo volume (confezionato da me amanuensemente) a varie case editrici, fra cui naturalmente Fara Editore, spinto dal successo riscosso dallo stesso in occasione dei reading, e il primo commento ricevuto è stato positivo:

Alessandro di Fara Editore scrive:

Ciao Andrea
Ho datto una letta a W l’eroina e l’ho trovato piacevole, in alcune parti brillante: dunque ti formulo la mia milgiore offerta in allegato e avrei già in mente (se ti va) un mio autore o autrice che potrebbe scriverne una bella postfazione, visto il taglio generazionale del racconto. […]

Fara EditorePurtroppo l’offerta di Fara Editore richiede un acquisto da parte mia di un certo numero di copie, il che classifica la casa editrice come Editore a pagamento a tutti gli effetti.
Inoltre per questo volume da circa sessanta pagine l’editore ha fissato il prezzo a dieci euro, decisamente troppi. Se per assurdo volessi accettare, il prezzo deciso da Fara Editore è il 150% in più di quello che secondo me è il suo valore reale.
Che poi questo prezzo sia giustificato dalla grafica e dalla qualità dei materiali usati (cartoncino splendorgel per la copertina bandellata e carta avorio per il testo) non lo metto in discussione, quindi non si tratta di un prezzo esagerato. È tuttavia troppo alto.
Ringrazio l’editore per le parole spese nei miei confronti, ma la formula proposta è poco compatibile alla mia condizione: ho nettamente più interesse a riuscire a distribuirne molti a poco che pochi a molto, soprattutto per motivi di promozione personale. L’ideale per me sarebbe riuscire ad abbassare il più possibile il prezzo, a scapito dei materiali, a scapito del corpo, per favorire la diffusione del contenuto. L’anima.
Non resta che declinare gentilmente l’offerta di Fara Editore e scremare la lista delle case editrici papabili da quelle che richiedono un contributo.

— Il vostro amichevole Ryo di quartiere

1800 borelle

Cassetta della posta rovente in quelsti ultimi giorni!
Dopo due mesi brandisco di nuovo la penna rossa (pennarello, la penna l’ho smarrita da qualche parte nell’oltepò pavese) per le correzioni alla seconda bozza della mia raccolta di poesie, cosa che ho già accennnato qui.
Poi altri due editori si sono fatti vivi con delle proposte editoriali, a sentir loro, vantaggiosissime.
€Probabilmente per loro milleottocento bor€ll€ sono briciole, a me fanno ancora un po’ impressione, anche perché uno dei due spacciava la propria proposta per grande opportunità, quando invece mi chiedeva tanto quanto l’altro. E non mi è venuto nemmeno per un attimo il pensiero che fosse l’altro quello onesto. No, questa parola la vedo decisamente male sulla maglietta di qualcuno di loro.
Non avranno i miei soldi, maledette sanguisughe! Cioè: non li ho nemmeno io, perché loro dovrebbero volerli più di me?
Li ignoro, e continuo nel mio lavoro di correzione. Incredibile quante piccole cose saltino fuori.
Anno Domini va in maiuscolo, per esempio, e altre cose che noto solo perché sto cercando proprio loro.

Soltanto chi non vuole vedere non vede veramente

Older posts