Anonima Andrea Cabassi

Scrivo più veloce di quanto pensi

Tag: eBook (page 1 of 5)

Play Libri di Google

Sei vite (Luca Maria Gambardella)

Sei vite di Luca Maria Gambardella è un romanzo breve (o racconto lungo? Faccio sempre confusione) pubblicato a fine 2013 da 0111 Edizioni.
Sei vite è caratterizzato da uno stile di scrittura molto curioso, infatti Luca Maria Gambardella utilizza quasi sempre il dialogo diretto anche per le descrizioni di luoghi e personaggi; nella raccolta delle mie sottolineature troverete qualche buon esempio di questo. Personalmente non mi è affatto dispiaciuto anzi, l’ho letto tutto d’un fiato (vabbè, facciamo due fiati e mezzo!).
Ho sentito parlare di questo libro in rete, l’ho cercato nella libreria dove mi servo abitualmente ma non lo avevano. Solitamente se un libro non lo hanno in magazzino riescono a recuperarmelo al massimo in una settimana, per questo però non hanno saputo dirmi nulla, nemmeno se avrei potuto riceverlo entro un mese. Troppo tempo e troppe incertezze, così ho provato in altre librerie della città, ma ovunque la stessa storia.

Decisamente strano per un libro pubblicato da solamente un anno, ho avuto anche il dubbio che esistesse solamente la versione digitale, infatti alla fine sono stato costretto a ripiegare sull’eBook. Non mi è ancora chiaro se il cartaceo esista, di fatto non fa alcuna differenza perché – esistente o meno – è introvabile.
Dettaglio che esula dalla bontà del libro: € 4,49 per un eBook di mediocre fattura (che cosa ci vuole a fare la TOC in modo sensato? Niente, ecco che cosa ci vuole: n-i-e-n-t-e!) mi sembra un prezzo esagerato. Troppo spesso gli editori vedono nell’eBook un mercato dove investire il meno possibile (meglio se niente: vedi per esempio la TOC incomprensibile) per guadagni facili, dovrebbero invece capire che l’eBook è un mezzo dalle grandi potenzialità: non solo una trasposizione in digitale di un volume di carta!

Sei vite - Luca Maria Gambardella - Ex LibrisPer esempio, che senso ha un ex libris (che non posso scegliere) in un eBook che non posso copiare, non posso prestare e non posso lasciare in eredità a nessuno? Non è forse meglio lasciarsi alle spalle questi retaggi del passato e investire per offrire al lettore qualche cosa di nuovo? Nei DVD ci sono i contenuti speciali, negli eBook non c’è un tubo.
Certo, si potrebbe affermare che l’importante è la sostanza, e che sto parlando solo dei fronzoli… ma anche la sostanza lascia a desiderare: alcune scelte risultano molto molto ingenue, tanto che un buon editing le avrebbero segnalate immediatamente permettendone la correzione. Alcuni temi sono introdotti e mai più approfonditi, dicono la loro anche un pugno di refusi (ma niente di ché), in definitiva Sei vite poteva essere un buon lavoro, ma è penalizzato da alcune scelte (o meglio: non-scelte).

Riporto dal sito dell’autore:

Sei vite - Luca Maria GambardellaĖ la storia di adolescenti che rincorrono la vita, di adolescenti che diventano adulti, di adulti che si scoprono indifesi. Sei vite, così imperfette da sole, così perfette nel loro muoversi in un unico percorso, come torrenti sotterranei in costante ricerca del fiume in superficie. Storia che nasce con una vacanza indimenticabile, si ingrossa rapidamente con una tragica profezia, si inabissa all’improvviso con un mistero senza risposta.

Citazioni da Sei vite

Pagina 9 | Pos. 125-26

La mamma lo temeva, lo odiava, lo amava. Tutto, in una volta sola. Si può provare tutto questo per un uomo? Lei ci è riuscita.

Pagina 11 | Pos. 156

In una cosa credo ciecamente. Nel tempo. Il tempo fa crescere tutti.

Pagina 11 | Pos. 167-68

Ma che esempio è, così, nascondere le debolezze. Non sarebbe meglio ammettere qualche errore? Fai vedere che poi si rimedia.

Pagina 16 | Pos. 233-38

Iniziamo a camminare verso il buio. Lentamente. Lentamente. Lentamente. Gli sguardi si incrociano. Tutto perfetto. Il buio. Lontano. Il rumore del fuoco. Il rumore del vento. Il rumore del cuore. Il rumore delle stelle. Il rumore della pelle. Le labbra si avvicinano. Lentamente. Lentamente. Lentamente. Tutto perfetto. Il buio. Il profumo del fuoco. Il profumo del vento. Il profumo del cuore. Il profumo delle stelle. Il profumo della pelle. Lei chiude gli occhi. Lentamente. Lentamente. Lentamente. Tutto perfetto. Il buio. Il colore del fuoco. Il colore del vento. Il colore del cuore. Il colore delle stelle. Il colore della pelle. Tutto perfetto. Mi fermo un istante. Il fuoco si ferma. Il vento si ferma. Il cuore si ferma. La stella si ferma. La pelle si ferma.

Pagina 18 | Pos. 267-68

Suo figlio è intelligente, ma potrebbe studiare di più. Facile da dirsi. Queste insegnanti mi fanno ridere. Dicono le stesse frasi da duemila anni.

Pagina 27 | Pos. 409

Spegne la luce. Solo il rumore delle candele.


Sei vite: giudizio finale

Sicuramente originale, anche se non condivido l’averlo classificato come thriller. Narrazione velocissima, a volte confusa, tuttavia apprezzabile nonostante qualche infodump e qualche brano che un lavoro di limatura probabilmente avrebbe eliminato. Voto insensato definitivo: quattro ami con testa di pesce mozzata.

Primo amo da pesca Primo amo da pesca Amo da pesca centrale Ultimo amo da pesca

Obiettivi di lettura 2015: parziale

30 libri x x 6,67%
Libri di 10 autori mai letti x 10,00%
5 titoli non italiani o anglofoni 0,00%
3 libri di cui non so nulla x 33,33%
5 titoli non SF consecutivi x x 40,00%
Rileggere 2 libri x 50,00%
5 libri di autori italiani x 20,00%
3 titoli di autori esordienti x 33,00%
Libro in sospeso da un anno 0,00%
Libro in un giorno x 100,00%

Se non ti piratano non sei nessuno!

Non ve l’hanno mai detto? Se non ti piratano non sei nessuno!
Finalmente oggi esco dall’anonimato (dovrò cambiare nome al sito!) grazie a un simpatico trio di utenti Yahoo Answers, ecco la prova:

Pirati Pelicula

Dopo essermi gongolato un po’ ho rotto con decisione il vetro della scatola d’emergenza posta al muro, e ho tirato la leva rossa. In meno di un minuto è arrivata sul posto l’unità d’intervento speciale anti-pirateria della mia casa editrice:

Ciao abbiamo visto un post su Yahoo Answers dove dici di poter dare l’eBook Pelicula della nostra casa editrice gratuitamente. Al di là che questo è illegale, volevamo anche portare alla tua attenzione che siamo la prima casa editrice italiana ad aver abbassato drasticamente i prezzi degli eBook ma la pirateria ci porterà a rialzarli di nuovo… se voi lettori invece di premiarci per questo piratate i nostri titoli rovinate un lavoro che stiamo portando avanti per voi. Spero che questo malinteso si risolva e che non si troveranno nostri titoli illegalmente sui tuoi siti. Grazie per l’attenzione

Nessuno ha più avuto notizia di loro.

Orgoglio e Pregiudizio – Jane Austen

Orgoglio e Pregiudizio, secondo una ricerca dell’associazione no profit Online Computer Library Center, risulta essere al 32° posto nella classifica dei libri più richiesti alle biblioteche di tutto il mondo.
Forse è anche per questo che nella biblioteca vicino casa, di Orgoglio e Pregiudizio, oltre alla versione cartacea si sono procurati l’audiolibro.

La confezione

Salani Editore e LibriVivi Media hanno inaugurato una collana di audiolibri (i LibriVivi appunto) molto curati. In Orgoglio e Pregiudizio (ma deve essere lo stesso anche per tutti gli altri titoli) non c’è un’unica voce che legge: ogni personaggio ha un interprete diverso, come fosse uno spettacolo teatrale, caratteristica che arricchisce i dialoghi di carica espressiva. L’audiolibro è sottolineato inoltre da musiche ed effetti sonori ambientali.

Orgoglio e Pregiudizio è proposto in un un cofanetto di pregevole fattura, contenente un libretto e due custodie porta CD. È anche disponibile in download a titolo gratuito l’eBook della sceneggiatura (non lo avevo ancora specificato: non si tratta della versione integrale di Orgoglio e Pregiudizio ma di un adattamento) per seguire il testo mentre si ascolta. Personalmente non ne ho usufruito, visto che l’audiolibro mi è comodo soprattutto mentre sono alla guida, tuttavia è un plus degno di nota.

Presentazione dell’editore

Si tratta di un’opera emozionante e coinvolgente che, grazie all’interpretazione dei più amati attori e doppiatori italiani e a un sofisticato lavoro di sound-design, trasforma un grande classico della letteratura in un vero e proprio film da ascoltare con narrazioni, dialoghi, effetti sonori e musiche.

Orgoglio e Pregiudizio: pregiudizio finale

Ehm… volevo dire giudizio finale.
Non mi soffermerò tanto sulla storia quanto sull’adattamento in audiolibro: davvero ottimo. Solitamente non prendo nemmeno in considerazione gli adattamenti e mi fiondo sulle versioni integrali, in questo caso però il risultato è di ottimo livello. Una sola nota negativa: nella confezione che mi sono procurato manca in toto il primo capitolo del quarto disco: Nozze riparatrici. Non so dire se sia un problema generale o circoscritto alla mia copia, se qualcuno avesse modo di controllare mi faccia sapere!

L’avventura di leggere su Kindle

La scorsa settimana su Sette, il magazine del Corriere della Sera, è stato pubblicato l’articolo di Roberto Cotroneo Leggere su Kindle? Non è un’avventura, che parla di libri digitali; onestamente lo fa in malo modo.
Ho già espresso la mia posizione sull’argomento, quindi so bene che cosa significhi preferire i libri cartacei, mi secca però leggere un articolo così fazioso che mira a confondere le idee dei meno informati.
Prima di tutto, però, leggete per bene l’articolo:

Provo a riassumere i punti principali dell’articolo:

Leggere su Kindle

  1. Introduzione nostalgica.
  2. I libri possono essere letti senza vincoli di tempo, di spazio, di ordine di lettura ecc.
  3. Amazon ha inaugurato Kindle Unlimited (semplificando: permette di scaricare sul proprio Kindle quanti eBook si vuole, fino a dieci in contemporanea, pagando un fisso mensile).
  4. Ripetizione del punto 2
  5. eBook = Amazon = Kindle Unlimited

Assolutamente condivisibili i primi quattro punti, ma all’improvviso nel finale si parla di eBook come se Kindle Unlimited di Amazon fosse l’unica via per leggere un eBook. Amazon è di certo uno dei leader di questo settore, ma non è l’unico, e Kindle Unlimited è solo l’ultima delle offerte proposte.
No, non mi è piaciuto per niente questo modo di trattare l’argomento: questa è disinformazione.

[…] il possesso del libro non è solo bibliofilia. È molto più spesso una necessità che obbedisce al tempo. Un libro puoi leggerlo, e puoi aver bisogno di leggerlo ancora, puoi tenerlo sapendo che ti servirà, puoi farlo aspettare. Non ha tempo di resa.

Si può affermare che un eBook non permetta tutto questo?

Gli strumenti di lettura per il 2014

Siccome nell’ultimo post ho rispolverato il dibattito eBook VS libro cartaceo, ho deciso di soffermarmi sull’argomento chiudendo il sondaggio sugli strumenti di lettura. La domanda era:

Quali sono gli strumenti di lettura che pensate adotterete nel 2014?

Il sondaggio non voleva essere una gara per premiare lo strumento migliore, ma aveva l’intento di capire se le nuove modalità di fruizione del libro stanno affermandosi, e in quale modo.
Pur considerando il solo campione dei visitatori del sito la risposta non può essere che positiva: il 50% dei partecipanti dichiara di aver intenzione di leggere sia libri cartacei che eBook.

C’è invece diffidenza verso gli audiolibri: nessuno dichiara che questo sarà il suo solo accesso alla lettura (ascolto), contro un 21% di solo cartacei e un 11% di solo eBook; anche associati ad altri ottengono un misero 1% (con i cartacei) e 2% (con gli eBook).

Se per il 16% il formato è indifferente, il 2% intende leggere solo libri cartacei di buona qualità (fatemi sapere dove li trovate!)

Per quanto mi riguarda ho letto sia eBook che libri cartacei e ho ascoltato anche qualche audiolibro. Quest’ultimo è comodissimo per i viaggi in auto, altrimenti preferisco leggere da me (se letti bene però sono davvero una delizia) e – costa dirlo – l’eBook reader è infinitamente più comodo del libro.
Vince il cartaceo per saggi e manualistica, dove la lettura non è lineare e si deve zompare spesso da una pagina all’altra, ci sono note, immagini, e magari si deve prendere qualche appunto.

E voi che tipo di lettore siete? Di carta, elettronico o ascoltatore?

Fidatevi degli eBook, il fascino è lo stesso

In un articolo di Giuseppe Bottero apparso mercoledì su La Stampa, Maurizio Maggiani – giornalista e scrittore vincitore di importanti premi letterari nazionali – fa una serie di dichiarazioni nelle quali ho rivisto alcuni miei stessi pensieri sul mondo dell’editoria (grassetti miei):

Maurizio Maggiani

I libri sono sempre più brutti: carta scadente, strafalcioni, i costi di distribuzione sono folli. Ci saranno sempre edizioni pregiate per i collezionisti, ma per la gente comune è un capitolo chiuso.

Il prezzo dei libri e la pirateria sono collegati. Ho craccato i programmi di scrittura per anni, finché Microsoft non ha abbassato i prezzi: allora ho iniziato a pagare.

Chi scarica 5.000 libri al giorno non è un appassionato, quei file non li legge. Io, invece, so che con i miei lettori posso ragionare, trovare un accordo: prezzi bassi, in cambio del sostegno.

Molto di ciò lo affermai quando presentai il mio eRader, quindi mi fa piacere trovare riscontro anche in voci autorevoli del mercato editoriale.

Voi che ne pensate? Davvero il fascino del cartaceo in quanto tale è sempre superiore a quello dell’eBook?

Older posts