Anonima Andrea Cabassi

Scrivo più veloce di quanto pensi

La storia di Cappuccetto Rosa

Qualche tempo fa ho giocato allo scrittore anni ’30 con la mia vecchia macchina da scrivere (che, più modestamente, è degli anni 80/90) e le mie due piccole aiutanti (in realtà l’aiutante ero io ma non sottilizziamo). Oggi voglio mostarvi quello che ne è scaturito: La storia di Cappuccetto Rosa.

La storia di Cappuccetto Rosa

A post shared by Andrea Cabassi (@andreacabassi) on

Non ho pubblicato prima questo buffo raccontino perché me lo volevo tenere per l’ultimo giorno dell’anno, per finirlo così: con un ribaltamento di ruoli e soprattutto… una torta fatta in casa (ovviamente di proporzioni gargantuesche). Del 2017 ne rimane ancora un pezzettino, che sia buono!

2 Comments

  1. Esageratamente buonista, ma… sotto le feste ci può stare 😀
    Buon anno nuovo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.