Anonima Andrea Cabassi

Scrivo più veloce di quanto pensi

Self Publishing Vincente: funziona o no?

Visitando Self Publishing Vincente, lo scorso 15 febbraio mi sono iscritto alla loro newsletter. Self Publishing Vincente offre un servizio editoriale che promette di aiutare gli scrittori a trasformare la loro passione in una pubblicazione autorevole, sfruttando una strategia editoriale segreta, anche senza un editore e senza aspettare mesi per pubblicare.
In questo post spiegherò perché questa strategia non vi aiuterà a vendere più libri.

[Nota del 29/4/2016: È intervenuto nella discussione Emanuele Properzi, titolare di Self Publishing Vincente, per esporre le proprie ragioni e per meglio delineare le caratteristiche della sua offerta. Vi chiedo quindi di sospendere ogni giudizio fino alla lettura sia della mia analisi che della sua replica, così da maturare un’idea di Self Publishing Vincente solo dopo aver soppesato due differenti punti di vista.]

I sei passi di Self Publishing Vincente

La strategia comunicativa di Self Publishing Vincente è strutturata in sei passi, ognuno dei quali prevede l’invio di un’eMail con l’invito a una specifica azione. Vediamo come funziona.

SPV – Complimenti, ecco il Video Segreto di Self Publishing Vincente

La prima mail permette di accedere a questo video, dov’è spiegata la strategia per pubblicare il proprio libro: si tratta di un metodo per assicurarsi le percentuali di guadagno maggiori dai vari store. In altre parole è un metodo per guadagnare di più dalle singole vendite, non per aumentarle.

SPV – La storia di Emanuele Properzi e il suo rapporto controverso con gli editori

Nella seconda mail Emanuele Properzi narra la sua disavventura con un editore a pagamento e di come il self publishing lo abbia aiutato a risollevarsi da quella brutta esperienza. In chiusura porta come esempio di cattiva editoria un estratto di un romanzo vincitore del Premio Strega, scritto in una lingua che solo apparentemente è l’italiano, ma che in realtà – da tanto è mal scritto – non si capisce bene di che lingua possa trattarsi.

SPV – Questo lo devi sapere perche’ gli editori non te lo diranno

In questa mail sono presentati casi di successo commerciale di autori autopubblicati.

SPV – L’ errore più grande da evitare col Self Publishing e la grande bugia degli ebook

Emanuele Properzi rivela il segreto di Self Publishing Vincente, ovvero la combinazione particolare di piattaforme di pubblicazione che fanno in modo che l’autore possa trarre il massimo dei guadagni.

SPV – ULTIMA Chance per Bloccare il Prezzo e Ricevere il Regalo

Con questa email si è avvisati che i posti disponibili per accedere ai servizi di Self Publishing Vincente stanno esaurendosi, che il prezzo aumenterà presto, e che pagando un anticipo ci si assicurerà una serie di vantaggi e altre promozioni.

SPV – stai per perderlo

L’ultima mail (che non è quella di prima) è un promemoria di quanto sopra, con in aggiunta una consulenza in regalo.

Che cosa sta promettendo Self Publishing Vincente

Self Publishing Vincente - Video esclusivo

Rileggendo la premessa iniziale, Self Publishing Vincente si propone di aiutare gli scrittori a trasformare la loro passione in una pubblicazione autorevole.
Ma esattamente che cosa si intende per pubblicazione autorevole? Sentiamo una fonte… autorevole:

autorévole agg. [der. di autore]. – Che ha autorità, per la carica che riveste, per la funzione che esercita, per il prestigio, il credito, la stima di cui gode: un personaggio assai a.; seguire l’uso degli scrittori più autorevoli. Di cosa, che rivela o ha in sé autorità, che proviene da persona tenuta in gran conto: aspetto a.; consiglio, testimonianza a.; parlare con tono autorevole. ◆ Avv. autorevolménte, con autorevolezza e prestigio: avanzare, proporre, sostenere autorevolmente una teoria.
Vocabolario Treccani

Piombiamo nel territorio inesplorato dell’interpretazione: per me un’opera è autorevole quando – prima di tutto – tratta il proprio argomento in maniera completa e ineccepibile, poi deve essere ben scritta, ben editata, ben impaginata, con una buona grafica e ben confezionata. Per altri un’opera autorevole potrebbe essere quella che ha venduto di più, o quella scritta da un personaggio famoso.
Riguardo questa prima parte, non è chiaro quale sia l’oggetto della proposta.

Si continua parlando di una strategia editoriale segreta per pubblicare anche se non si ha un editore e non si ha voglia di aspettare mesi e mesi: la strategia editoriale segreta è certamente ottima: permette di assicurarsi le percentuali di guadagno maggiori dai vari store, l’abbiamo appurato nella prima delle sei eMail. Pubblicare senza editore e senza aspettare è il conosciutissimo self publishing.

Che cosa fa in realtà

  • Fa guadagnare di più dalle singole vendite di un libro? Sì!
  • Aumenta il numero di libri venduti? No, e del resto non lo sostiene mai.
  • Migliora un manoscritto? L’editing è a pagamento.

Quanto costa

L’offerta di Self Publishing Vincente prevede quattro differenti pacchetti; l’immagine a seguire fa riferimento a quando mi sono iscritto alla loro newsletter la prima volta (15 febbraio 2016), a questo indirizzo c’è la versione aggiornata (alla data in cui scrivo, le due versioni sono identiche).

Self Publishing Vincente

Ma come, l’offerta non era valida solo entro la fine del mese? I posti liberi non si stavano esaurendo?

Bella domanda! Per pura curiosità, qualche giorno fa (il 2 aprile) mi sono iscritto alla newsletter con un altro indirizzo eMail, e ho avuto la conferma che le sei mail sono sempre le stesse, portano allo stesso video, dichiarano entrambe che i posti stanno esaurendosi, la stessa ultima chance per bloccare il prezzo, e mi offrono in zona Cesarini la stessa ora di consulenza in regalo se accetto di pagare l’anticipo.

Conclusioni

La mia personalissima conclusione è che i servizi offerti da Self Publishing Vincente non rispondono a nessuna delle mie esigenze, e quindi non ne usufruirò.
In seconda battuta credo che (opinione personale) la loro strategia per aumentare il margine di guadagno sulle singole vendite sia tecnicamente valida, ma che (altra opinione personale) il costo sia troppo alto.
Direi che il cliente ideale di Self Publishing Vincente sia uno scrittore già mediamente affermato, ovvero con uno zoccolo duro di affezionati, con l’aspettativa di un alto numero di vendite ma senza competenze tecniche specifiche per approntarsi al self publishing.

Se io avessi da 399 a 799 euro da investire nel mio manoscritto preferirei rivolgermi a un servizio di editing ma, come chiosava il marchese del Grillo: io so’ io.

52 Comments

  1. Se io avessi 699 euro li spenderei in altro modo 😀

    • Ryo

      15 aprile 2016 at 1:33

      Però ho specificato che sono da da investire nel manoscritto 😉

      • Sono d’accordo con te Andrea che è una scelta giusta investire nel manoscritto.

        Ma cerca di confrontare le pere con le pere e le mele con le mele.

        Il servizio Self Publsihing Vincente è un’altra cosa, complementare all’editing ed è per chi decide di affidarsi a tecnici esperti che gli pubblicano il libro con una certa procedura collaudata…

        come spiego nel mio commento sotto

        grazie ancora per il tuo articolo

        Buona giornata

        Emanuele Properzi

      • Massimiliano

        8 maggio 2016 at 15:55

        Ciao Andrea,
        io ti posso parlare della mia esperienza personale con il servizio offerto da Emanuele Properzi e dire che sono completamente soddisfatto e che ho appena affidato ad Emanuele e al suo Team un altro lavoro.
        Grazie a questo servizio ho potuto realizzare il mio sogno di diventare scrittore e vedere pubblicato un mio libro. Ti dirò di più grazie all’ottimo lavoro fatto e al costante supporto offerta da Emanuele, il mio libro è al primo posto nella sezione di libri su EFT su Amazon. Questo è un risultato incredibile frutto sia del mio lavoro sul libro sia dell’ottimo lavoro fatto da Emanuele e dal suo Team. Lo sceglierei ancora mille volte ed infatti ho scelto di affidargli anche il mio secondo e-book in pubblicazione entro l’anno. Direi che si tratta di un’ottimo investimento ammortizzato in pochissimo tempo. Ti consiglierei invece di provare in prima persona il servizio e valutarlo direttamente.
        Grazie per il tuo commento e per avermi dato la possibilità di dire le cose esattamente come stanno.
        Massimiliano

        • Ryo

          8 maggio 2016 at 19:58

          Mi fa piacere che le vendite del tuo libro siano buone, ma sono dell’idea che errori come un’ottimo tradiscano il bisogno di investimenti estranei all’area del marketing.

  2. Mi prendere una settimana di vacanza e finirei il romanzo…

  3. Emanuele Properzi! Nutro per lui una certa gratitudine perché nel lontano 2011, sul mio primo blog , lasciò spontaneamente uno dei più bei commenti che io abbia mai ricevuto.

  4. Ho letto con grande interesse questo articolo, all’inizio pensavo il peggio, cioè che il servizio si sarebbe rivelato una fregatura, invece da quanto dici c’è una categoria di scrittori che potrebbero trarre vantaggio da questo tipo di pubblicazione.

    Sicuramente non fa per me, al momento.

  5. Regalato!
    Passo, grazie!

  6. Selfpublishing a pagamento? Bella roba. In pratica un altro che vede negli scrittori POLLI DA SPENNARE!!! Che differenza c’è fra questi e gli editori a pagamento? Il prezzo un po’ più basso?!?!?!

  7. Caro Andrea mi fa piacere che hai visitato il mio sito.

    Non mi piace però in che modo rapido hai tratto le tue conclusioni, che mi permetti, dal mio punto di vista, sono errate.

    Ho lavorato per 4 anni duramente per creare questo servizio che sta dando ottimi riscontri ai diversi autori che vi aderiscono, in media, con grande soddisfazione.

    Self Publishing Vincente è un servizio di intermediazione editoriale: in poche parole i miei tecnici eseguono la procedura di pubblicazione su 3 diverse piattaforme, tenendo conto di una procedura speciale (che combina le piattaforme migliore di self publishing) che ho ideato e collaudato in questi anni.

    Il costo che dovrai sostenere per effettuare questa pubblicazione riguarda in gran parte il lavoro tecnico che lo staff di SPV dovrà fare per te.

    Il lavoro che facciamo con Self Publishing Vincente è unico in Italia e va capito quindi : sommariamente è riassunto nelle seguenti 12 attività che svolgiamo noi per l’autore in modo professionale senza che l’autore si prenda mal di testa e perda settimane a capire come funzionano le piattaforme, impaginare libri e ebook, formattare le copertine ecc. :

    1) Consulenza per la migliore strategia editoriale (copertina, sinossi, biografia, prezzo).
    2) Creazione, impaginazione e formattazione del file di testo del libro cartaceo per Createspace.
    3)Creazione del progetto di copertina, dorso e quarta di copertina del libro cartaceo, a partire dalla immagine frontale della copertina che è a carico dell’autore.
    4)Pubblicazione del libro cartaceo su Amazon con Createspace.
    5)Creazione e formattazione del file MOBI per Kindle Direct Publishing.
    6)Creazione della copertina per ebook su Amazon.
    7)Pubblicazione dell’ebook su Amazon con Kindle Direct Publishing.
    8)Creazione della copertina per ebook su StreetLib.
    9)Creazione e formattazione del file EPUB per le piattaforme di vendita di StreetLib.
    10)Pubblicazione dell’ebook su StreetLib.
    11)Gestione con l’autore delle fasi di eventuale revisione della pubblicazione.
    12) Consegna all’autore di un documento esaustivo con i dati delle piattaforme, le istruzioni per procedere alla vendita del libro e il Manuale SPV.

    Questo lavoro porta via in media una quindicina di ore dei miei tecnici che li devo pagare, così come devo pagare le mie ore di consulenza che dedico all’autore. Toglici i costi di gestione dell’attività e le tasse italiane, un prezzo simbolico da dare al manuale che comunque regalo: quanto dovrei far pagare secondo te tutto questo per portarlo avanti?

    Se alla fine persone del calibro culturale di Alessandro Ippolito (regista televisivo tra i più importanti in Italia) hanno usato questo servizio con grande soddisfazione, non credo che non sia almeno da approfondire invece di dare subito conclusioni non supportate dal reale contenuto del servzio.

    A questo link puoi leggere alcune testimonianze:
    http://www.selfpublishingvincente.it/domande-risposte-faq-self-publishing-vincente/

    Sono d’accordo che investire nell’editing è sicuramente una scelta giusta, ma il mio servizio di Self Publishing è un’altra cosa rispetto all’editing.

    A questo link domande e risposte
    http://www.selfpublishingvincente.it/domande-risposte-faq-self-publishing-vincente/

    A questo altro link Termini e Condizioni
    http://www.selfpublishingvincente.it/termini-condizioni/

    Fammi sapere se sono stato utile a dare maggiori informazioni.

    Sarei felice di rispondere su questo blog a eventuali domande.

    Ti ringrazio per lo spazio che hai deciso di dedicarmi.

    Emanuele Properzi
    http://www.SelfPublishingVincente.it

  8. Scusami, per quanto riguarda la sequenza di email che hai pubblicato, non vedo quale sia il problema se faccio offerte limitate nel tempo e nei posti.

    Non ho una struttura in grado di seguire più di tanti autori al mese, quindi, per gli autori che si iscrivono dalla home page e che sono interessati, faccio subito una proposta con scadenza dicendo chiaramente che più di un certo numero di autori al mese non possiamo seguire.

    Perché agli autori, io e il mio team, dedichiamo tanta attenzione e tanto tempo.

    Sappiamo bene quanto sia importante il sogno di pubblicare un libro e quante emozioni e sudore ci siano nel libro.

    Per questo ho deciso di dedicare tanto tempo e attenzione per fare in modo che l’autore si senta veramente seguito.

    Per questa mia scelta , quindi, più di tanti autori al mese non posso seguire e per questo faccio subito una proposta con scadenza e con limiti, che contiene la possibilità di prenotarsi anche per il futuro bloccando il prezzo.

    In questo modo riesco a organizzarmi nel mio calendario di lavori e le risorse per fare in modo che ogni autore abbia sempre il massimo supporto.

    Spero di aver chiarito anche questo aspetto

    Grazie ancora per l’attenzione e un caro saluto a tutti

    Emanuele Properzi
    http://www.SelfPublishingVincente.it

  9. Non so come la vedete voi, ma a parer mio il marketing è fondamentale. Emanuele è un esperto di marketing editoriale e vende un sistema “integrato”: a) individuazione delle piattaforme più adatte alla pubblicazione, più funzionali alla vendita; b) Emanuele ha approfondito il web marketing come pochi in Italia e mette a disposizione degli autori il suo know-how per fare buzz intorno al libro e permettere all’autore di brandizzare se stesso. Obiettivi difficili, okay, ma lui ti mette a disposizione gli strumenti per raggiungerli.
    Sui costi possiamo discutere (ho il massimo rispetto di chi li reputa elevati) ma il valore aggiunto c’è.
    Se investi in editing e poi ti pubblica un micro-editore (o, peggio, un editore a pagamento) sei un nulla assoluto dal punto di vista della visibilità sul mercato. I libri è bello scriverli, ma se nessuno li legge è un gran peccato. No?

    • Come forse non hai colto dal mio articolo, ho specificato che esiste una categoria di scrittori per cui il servizio di Emanuele può portare benefici: scrittore già mediamente affermato, ovvero con uno zoccolo duro di affezionati, con l’aspettativa di un alto numero di vendite ma senza competenze tecniche specifiche per approntarsi al self publishing.

      D’altro canto, se non investi in editing il prodotto finale difficilmente sarà un buon prodotto.

  10. Per rispondere anche alla prima asserzione nell’articolo di Andrea, cioè che Self Publishing Vincente non aiuta a vendere, posso controbattere che in verità Self Publishing Vincente AIUTA A VENDERE di più, perché la consulenza editoriale da me offerta, in accordo alla volontà degli autori di seguire o meno i miei consigli, comprende anche la scelta della copertina, del titolo, della sinossi, delle parole chiave, della categoria, della biografia più efficaci per vendere libri.

    Tutti noi sappiamo quanto questi elementi impattano nella vendita.

    Progettarli nel modo più efficace per le vendite, fa tutta la differenza del mondo.

    Nella mia consulenza offro anche consigli di marketing mirati per fare più vendite.

    Inoltre, la scelta delle 3 piattaforme indipendenti e quanto consiglio di fare ai miei autori in relazione alla gestione delle recensioni su Amazon, AIUTA FORTEMENTE A VENDERE, perché il rank di Amazon dà maggiore visibilità gratuita (e quindi vendite) ai libri che hanno più recensioni e che sono “scritte in un certo modo”. Non entro nel dettaglio tecnico di questo process, ma ho scritto ciò solo per dire, che tutti questi aspetti descritti sommariamente in questo commento, se curati per bene, aiutano sicuramente a vendere di più.

    Il 99% degli autori italiani non ha le conoscenze per far rendere al meglio questi fattori. Con Self Publishing Vincente noi diamo anche queste conoscenze.

    Grazie ancora
    Emanuele Properzi

    • Salve
      quello che posso dire conoscendo Emanuele Properzi da diversi anni, è che è un professionista serio come ce ne sono pochi in Italia in questo settore e con Self Publishing Vincente ha realizzato un servizio fondamentale per chi vuole pubblicare e vedere il proprio testo scalare le classifiche di vendita. Io sono dell’idea che un autore deve pensare solo a scrivere nel miglior modo possibile, lasciando poi in mani esperte il libro per quanto riguarda la pubblicazione e la promozione. Io agisco in questo modo e a chi come me ama scrivere, consiglio vivamente di farlo

      • Sinceramente credo che la figura dello scrittore che lavora al proprio manoscritto senza nessun contatto con il mercato, oggi, sia anacronistica.

  11. Grazie e Emanuele di Self Publishing Vincente che con le sue parole ha certamente contribuito a dar valore al post e a fare maggior chiarezza sui particolari della sua offerta.
    Qua sul blog non intendo imporre a tutti i costi la mia visione (che – nonostante tutto – è ancora ben rappresentata dal post): finché non si esce dai confini del dialogo civile, il contraddittorio è libero; anzi, è benvenuto.

  12. Ho letto per caso l’articolo, conoscendo bene Emanuele Properzi e la sua professionalità rispetto ai tanti (troppi) venditori di fuffa.

    A mio parere è proprio sbagliato il focus: come si fa a paragonare un servizio di editing con un servizio che è tutta un’altra cosa?

    Forse non si ha presente bene il mercato editoriale: hai presente cosa vuol dire pubblicare su tre piattaforme diverse?

    E considerando questo aspetto i costi non sono affatto elevati… anzi!

    • Ciao Rod, ho conosciuto Self Publishing Vincente proprio grazie a una tua intervista a Emanuele Properzi.
      Tengo a precisare che non sto accusando nessuno di niente, ho solo esposto una serie di fatti corredati dalla mia interpretazione personale, tant’è che alla mia si sono aggiunte quella di Emanuele stesso e di altri supporter di Self Publishing Vincente, e ora anche la tua (guarda un po’, tutti oggi… a proposito: riguardo il fatto che tu abbia letto l’articolo per caso, mi permetto di nutrire qualche dubbio 🙂 ) a cui intendo dare massimi spazio e libertà d’espressione.

      Ciao!

  13. Neanche io accusavo niente e nessuno… tranquillo 🙂

    E ovviamente ognuno è libero di pensarla come vuole 😉

    Quello che volevo far intendere con il mio commento è solo che si sta parlando di servizi diversi tutto qui 🙂

    PS: Io comunque lo seguo il tuo blog 😉

    Ciao.

  14. Buongiorno,
    Ho letto attentamente i vostri commentI e le vostre interpretazioni sul servizio di Emanuele.
    Devo ringraziare Emanuele Properzi per serietà, capacità rapidità e competenza.
    Grazie a lui ho potuto pubblicare il mio libro con successo e soddisfazione,
    Mi ha dato la possibilità di scrivere con tranquillità senza preoccuparmi di cose, alle quali avrei dovuto dedicare energia e tempo. Anche per il mio secondo libro avrò bisogno del suo servizio.
    Io lo consiglio a tutti!
    Grazie Emanuele!

    • Ryo

      1 maggio 2016 at 11:09

      Ciao Daniela, rispondo solo a te ma il messaggio è indirizzato a tutti gli scrittori che son intervenuti (scusatemi se non ho replicato a tutti ^_^ ): sentitevi liberi di specificare il titolo dei vostri libri, sono sempre alla ricerca di spunti per nuove letture, come credo anche gli altri utenti del blog.

      • hai ragione Andrea, agli autori suggerisco sempre di firmare con i link nei commenti, anche per promuoversi 🙂

        Nei commenti precedenti di autori che hanno testimoniato l’efficacia di “Self Publishing Vincente”, oltre a Daniela Vanillo (ottimo libro sull’autismo!), riconosco Jonathan Arpetti autore del successo “I Love You” e del libro del film “Come saltano i pesci”, Pierpaolo Renella autore di “Tropical Connection”, Rodolfo Monacelli esperto di marketing editorialale

        A questo link http://goo.gl/irhLtc
        puoi trovare decine di altre testimonianze entusiaste di opinion leader, autori di bestseller, autori esordienti che hanno usato con grande soddisfazione il servizio “Self Publishing Vincente”

  15. Grazie!
    Il mio libro si intitola ” La Pescatrice Di Voci” – Il Mostro Del Silenzio –
    Daniela Vanillo
    Amazon ed IBS.
    Grazie al supporto di Emanuele Properzi sono riuscita a pubblicarlo,. Il servizio di pubblicazione stato davvero prezioso!
    Il libro è rivolto alle famiglie che hanno figli con sindromi autistiche e disturbi pervasivi dello sviluppo.
    Sicuramente anche a coloro che cercano una risposta al ritiro sociale dei propri figli e che, non si avvicinano agli specialisti per paura di diagnosi feroci.
    È di interesse anche per chi, per ragioni diverse, ad esempio didattiche ed educative o di amicizia, può cogliere l’idea di poter almeno provare a migliorare l’andamento scolastico, relazionale, sociale ed educativo di ragazzi diversi, chiusi o bizzarri, diagnosticati, non diagnosticati od in fase di diagnosi. Uno spunto per riflettere, per sensibilizzare, per creare una nuova possibilità di empatia sociale.
    Lo leggeranno anche coloro che saranno curiosi e sorpresi nello scoprire che l’autismo non è sempre chiusura totale, ma è un modo silenzioso, bizzarro, diverso, attraente e attento di vivere il mondo con le proprie possibilità genetiche.

    La paura è ciò che ti insegnano meglio nella vita ancor più se sei una donna.
    Una madre impaurita difficilmente potrà aiutare sua figlia. Se accetta il disagio perdendo la paura incontra il
    “Mostro dell’autismo” il suo nemico e cercherà di combatterlo.

    La sua forza è l’attenzione e l’amore che rafforzano la certezza che, provando e riprovando, ce la potrà fare.

    Una vita di allenamenti continui e di sconfitte accettate che le indicano la strada per continuare.

    L’allenamento a due mamma-figlia è più semplice. I suggerimenti degli altri sono parole vuote e prive di responsabilità.

    Se senti il suo cuore, i suoi movimenti, i suoi piccoli e frammentati discorsi, trovi la soluzione che si nasconde dentro di lei.
    Qualsiasi passione, anche la meno sensata, potrebbe essere quella che la porterà ad arrivare a se stessa: emergerà il talento a scapito del disagio!

  16. Ciao a tutti,
    sono un autore che collabora con Emanuele Properzi da circa un anno. Per un prezzo che mi sembra onesto, mi ha fornito un sito web professionale e un blog in inglese, mi ha introdotto nei labirinti oscuri della promozione libraria, dandomi una quadro che mi permette ora di muovermi capendo il contesto nel quale mi trovo. Poi ho usufruito di self-publishing vincente, servizio ben strutturato, efficace, con la disponibilità dei collaboratori di Emaunuele per dubbi e correzioni, e con una guida alla pre e post pubblicazione con consigli per la vendita. Lo consiglierei assolutamente. Emanuele è una persona disponibile, mai fiscale nei tempi e nei modi, con il quale puoi anche impostare una strategia di marketing personalizzata come ulteriore passo nelle collaborazione autore-esperto, diciamo così. Il mio libro con self publishing vincente, che sta per essere pubblicato, è anche un esperimento, un libro in inglese di un autore italiano per lo sterminato mercato di lingua inglese. Una considerazione finale: sono stato per due anni alla London Book Fair e tutte le conferenze e i seminari ai quali ho assistito confermano che la strategia di marketing che Properzi segue è quella che tutti adottano nei paesi anglosassoni, che sono anni luce più avanti nel settore. Chi altro lo fa in Italia?
    Vittorio Vandelli
    http://www.vittorio-vandelli.com

  17. Ehi!! E’ intervenuta perfino la Cavalleria di Selfvincente per venire a raccontarci quanto è fffico pubblicare a pagamento senza casa editrice!!!!

  18. Sarò un po’ cattivo: non credo a mezza parola dei commenti a favore di questo Emanuele Profurbis.
    Mi sanno della famosa cavalleria di amici e parenti.
    Mi dispiace essere così, ma ormai mi fido di pochi perché tutti siamo alla ricerca dei soldi e quando leggo prezzi pazzi come quelli che questo servizio Vincente riporta…. Lasciamo stare va…

  19. Salve e anchio, ho scritto un libro. Sto Emanuele mi sembra un po il wanna marchi dei libri per intenderci…..ma non so se fidarmi o no a affidargli il mio libro. Io ammetto che ho scarse competenze nell´ambito informatico e cercherei piuttosto uno che mi dasse sicurezza che a pensarci a tutto il discorso marketing sia lui o il suo staff. Sapete consigliarmi sul chi potrebbe???? grazie mille amici

    • wanna marchi dei libri???
      continuate pure ad attaccare ingiustamente chi lavora professionalmente e ottiene risultati con serietà e sacrificio. Fate pure.
      Lo sappiamo che questo è lo sport preferito degli “italiani in poltrona”.
      Dico solo che le persone che hanno commentato questo articolo “contro” il mio servizio, sono tutte persone che NON l’hanno provato e nemmeno hanno letto la presentazione.
      Le persone che hanno commentato a mio favore sono invece persone che hanno provato in prima persona i miei servizi, godendone dei risultati.
      E ogni mese questo numero aumenta, grazie anche a tutto voi 😉

      • Signor Emanuele, scusi ma non m intendo tanto di libri e robe connesse ad essi. Questa é solo la prima impressione che mi é balzato agli occhi vedendo il suo portale molto diciamo e stando bassi, terribilmente commerciale. Io rispetto il lavoro degli altri ma ciónonostante rimango ancora sull´indeciso se fargli vedere la mia opera librica o no. Ci penseró ancora, su. Grazie e scusate il disturbo.

        • Grazie a te Giovannino, si percepisce da ciò che scrivi che comunque il portale non l’hai visto, perché prima di tutto io non sono un editore che valuta le opere da pubblicare!
          Credo che tu ti sia basato solo sull’immagine usata in evidenza dall’autore di questo post, che scaltramente mostra solo l’immagine con i prezzi per attrarre traffico.
          Nel mio portale ci sono una valanga di domande e risposte, termini e condizioni, decine di testimonianze reali, descrizioni puntuali ed esaustive dei servizi esposti.
          Se questo significa essere terribilmente commerciali, vorrei che tutti i siti siano così. Un abbraccio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.