Neve e piazza Loggia

Lunedì sera: un’ora e quattro minuti per compiere poco più di metà tragitto, l’equivalente di quindici minuti di un giorno senza bufera; sceso a una fermata e poi la neve.
Piazza Loggia: la facciata della Loggia è deturpata dagli addobbi, sembra un albero di Natale di cattivo gusto e come sorpresa ha un’orrenda scultura sull’opportunità della quale soprassederò.
Lato macc dè le ure: la meraviglia. L’orologio e il porticato sono soltanto pallidamente illuminati mentre Tone e Batista sono lassù al freddo sotto la neve sottolineata da un lampione.
Una posa plastica, uno scatto e una doccia calda.

Unisciti alla discussione

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.