Questo che segue è il resoconto lacunoso della serata del 12/10/7. Yeah!

Io Al e Louis arriviamo allo Star Shop, dove si sarebbe renuto il reading, per sistemare la sala e preparare l’attrezzatura. La gente affluisce per tutta un’ora prima che lo show abbia inizio. Noi quattro ne approfittiamo per gli ultimi dettagli, per sbolognare la videocamera e accogliere gli spettatori.

Peotti BLOODY READ-CONTEST

Produced by Alberto, Andrea, Davide e Luigi. In ordine alfabetico, ma non di bellezza.

Per fortuna il pubblico è recettivo, tutt’altro che imbambolato, risponde bene agli stimoli e alle provocazioni di Al & Louis corporation. Gli applausi a fine racconto non si fanno aspettare, e anche per me e Dav, che agiamo nell’ombra con la regia e l’organizzazione logistica, è tutto più semplice.

Blue Paris (estratto)
Il protagonista sta per scendere in strada, la sua notte parigina avrebbe presto avuto inizio.

Ho sempre amato Parigi, dalla mia prima lettura di Fiesta di Ernest Hemingway. In Blue Paris un giovanotto dal carattere malinconico ha fatto una promessa a un amico: dovrà passare una notte per le vie della città, per cui qualsiasi aggettivo sarebbe una gabbia intollerabile. E le corde del suo Blues interiore iniziano a suonare per quelle vie. La mia è solo l’ennesima pagina, su Parigi. È il mio personale Blues per Lei.

Dav

Where did you sleep last night

Un bosco, di notte: il silenzio avvolge la scena, e i pensieri del protagonista sono nostri compagni di viaggio. La storia segue le strofe di una canzone popolare americana, conosciuta come My Girl, Black Girl, Where did you sleep last night, In The Pines, eccetera, e resa famosa da artisti come Bob Dylan, Grateful Dead, Nirvana e molti altri.

Ryo

Ideale per amanti (estratto)
Lui propone di andare in pinacoteca, lei, chiarito l’iniziale equivoco, accetta.

Ascolto sempre musica mentre scrivo. Ho l’impressione di poterne trasmettere lo spirito alle parole che scelgo. Ma forse, è solo l’illusione di chi le scrive. Comunque, ascoltavo Miles Davis, Kind of Blue, scrivendo Ideale per amanti. Un uomo e una donna si incontrano, si corteggiano, scelgono di conoscersi davanti alle tele di una pinacoteca. En passant, non cominciate ad andare tutti, in Tosio Martinengo. È un posto tranquillo: da egoista, vorrei lo restasse.

Dav

Nulla rima con fegato

Irina è morta, due volte. Per questo Irina vuole farcela. E per lei farcela vuol dire risorgere dalle proprie ceneri, prima di tutto. Questo racconto parla di ribellione, risentimento, rabbia: tutte emozioni negative, ma forti. Necessarie per sopravvivere dove è abitudine usare i sentimenti positivi come arma d’offesa ed emarginazione, dove la principessa è sola a combattere il drago.

Ryo

In circa un’ora i quattro racconti sono letti, segue il rito della votazione!

Questo il risultato definitivo:

Vince dunque Nulla rima con fegato, le peripezie della giovane Irina vengono preferite agli altri tre racconti. La serata sembra essere giunta a termine, ma le sorprese non finiscono! C’è ancora una hidden track: un racconto fuori concorso con cui chiudere lo show, una storia scanzonata da seguire col sorriso disegnato sul volto.

Il ladro queste cose le sa (estratto)
Lui si ritrova scoperto! Ce la farà a rispondere in maniera corretta, usando solo le risorse messe a dispsizione da Madre Natura, al suo amore?

Questa è l’hidden track della serata: racconto fuori concorso, favola metropolitana a finale artificialmente edulcorato.

Ryo

Seguono chiacchiere fra noi e gli spettatori, confusione generica, i saluti, e si fa chiusura. Ah, cosa da non sottovalutare, finalmente anche noi possiamo andare a mangiare!

Contenuto extra #1
L’esecuzione: dato che la formula della serata prevedeva che lo sconfitto alla fine fosse ucciso sul posto (bloody mica per gnente!), Ryo prova l’arma prescelta: la lightsaber di Star Wars. Qualcosa però sembra non funzionare… sarà stato il malefico Davide a sabotare l’arma della sua stessa esecuzione?

Contenuto extra #2
Durante una prova estiva di Ideale per amanti, Davide si indispettisce (lui non si arrabbia, si indispettisce) perché noi facciamo i crrretini mentre Alberto legge. Quindi viene smerdato (licenza poetica) senza pietà!
Quella lettura sarà ricordata nella storia per essere durata 48 minuti, fra storpiature, doppi sensi e interruzioni per crisi di risa croniche.

Contenuto extra #3
Per pubblicizzare l’evento abbiamo realizzato un bellissimo volantino, solo che all’inizio non era così bello! Ecco il pecorso creativo, attraverso le cinque versioni non definitive (by Dav, by Ryo, by Dav, by Ryo, by Ryo), che ci ha portato al bellissimo risultato finale.

BLOODY READ-CONTEST VOL 1 BLOODY READ-CONTEST VOL 2 BLOODY READ-CONTEST VOL 3 BLOODY READ-CONTEST VOL 4 BLOODY READ-CONTEST VOL 5

Unisciti alla discussione

5 commenti

  1. Non mancare al prossimo, dai! Per i problemi di visualizzazione del sito, tante volte basta un sacrificio agli dei… con un capretto stai a posto anche diversi mesi.
    Ciao e non cambiare stazione!

  2. Buona sera, sono Colui che E’.
    Se volete visualizzare correttamente il sito del Caba, spegnete il PC.
    Ha.

    BZZZZZ

    Scusate, sono tornato in me. DOH!
    Ehi, Cabaman, ho grandi progetti e abbisogno di parlartene davanti a una pizza fumante. Intanto Fottiti.

  3. Oh, approposito, nel resoconto esordisci con diversi refusi. Correggi SUBITO!
    E poi sostituisci ogni volta che scrivi “Ryo” con “persona non molto alta”, così la gente capisce di più.
    E Fottiti. Già detto?

  4. Bene, vedo che ti è piaciuta quella cosiddetta pizza… si tratta di una nuova pietanza d’aspetto circolare e sostanza mediterranea…
    E ricorda: io non esordisco mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.