Ken il guerrieroKenshiro Kasumi all’anagrafe, solo Ken per molti ex ragazzini: il guerriero di Hokuto eroe dell’infanzia di molti.
Recentemente ho riletto la sua storia originale, quella del fumetto. Sono 27 volumi da 180 pagine circa, rapidissimi da leggere (le sequenze di AH!, WOSH!, WOAH!, e AAAAAAH TA TA TA TA TA TA TA TA TA TA TA TA TA TA TA! ATAAAH! fluiscono veloci come acqua nel letto d’un fiume), pubblicati in Italia esattamente dieci anni fa… e devo ammettere che m’ha fatto impressione il chiaro ricordo della mia mano, nel non più così vicino 1997, in una libreria che afferra il primo numero e lo porta alla mia attenzione.

Si è creato un vero mito attorno alle avventure di Ken il guerriero, sia per le estreme tecniche di combattimento che per l’ambientazione nel deserto post atomico, sia per l’ostentata cruenza e l’inspiegabile sadismo dei cattivi di turno, che per l’irreprensibilità e devozione dei buoni.

Tutto sommato la storia non è gran ché: è ripetitivo fino alla nausea, incoerente (un sacco di cose sono in contraddizione fra loro), stereotipato ed esagerato.

Tutto sommato è esaltante, leggerlo provoca partecipazione e tensione altissime, l’immedesimazione in uno dei tanti personaggi (Toki, il mio preferito!) è fonte di emozioni profonde, irruenti ma anche tristi, i valori amore, amicizia e sacrificio vincono sempre su violenza, odio e perdizione.

Il messaggio è chiaro, è positivo, è un messaggio sano, serve capacità critica, sì, ma questo non è uno svantaggio, è, anzi, un valore aggiunto, un gradino in più da fare per arrivare un po’ più in alto. Tutto ciò, almeno, fino allo scontro con Raoul, la saga degli shura e gli ultimi episodi con Ryu e con Lynn sono davvero oltre la capacità umana di accettare incoerenze e scene a effetto gratuite.

In conclusione: voi siete già morti!

Unisciti alla discussione

1 commento

  1. “… è ripetitivo fino alla nausea, incoerente (un sacco di cose sono in contraddizione fra loro), stereotipato ed esagerato…”

    Uh, come la bibbia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notificami nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.